INTER, CALCIOMERCATO E ARIA DI CAMBIAMENTI

city.jpg

La squadra di Roberto Mancini, fallita la qualificazione alla prossima edizione della UEFA Champions League, si sta impegnando nella ricerca di acquisti intelligenti con l’obiettivo di tornare competitivi fin da subito.

I cambiamenti potrebbero partire dalla porta: Samir Handanovic vorrebbe calcare dei palcoscenici ben più prestigiosi dell’Europa League, quindi potrebbe partire di fronte ad un’offerta di 15/18 milioni di euro. Sul portiere sloveno ci sono Arsenal, Chelsea e Barcellona ma anche il Manchester United potrebbe farci più di un pensierino in caso di partenza di De Gea. Chi potrebbe sostituirlo in nerazzurro? Il primo nome è made in Italy: Salvatore Sirigu, in uscita a parametro zero dal Paris Saint Germain. Il portiere della Nazionale è stato relegato in panchina dal tedesco Trapp e ha sofferto per il poco spazio concessogli da Laurent Blanc. Inter più della Juve sia per volontà del giocatore, da sempre tifoso della squadra di proprietà di Erick Thohir, sia per le maggiori chance che gli verrebbero concesse con la maglia nerazzurra. Altro nome sulla lista di Piero Ausilio è Marc Ter-Stegen, portiere 23enne del Barça. Il costo del portiere tedesco è alto: circa 15 milioni di euro. La terza scelta è Ederson Moraes, portiere brasiliano e classe 1993 del Benfica, sponsorizzato direttamente dall’ex nerazzurro Julio Cesar: il costo è di almeno 10 milioni. Potrebbe partire anche Juan Pablo Carrizzo, al suo posto potrebbe tornare a Milano Francesco Bardi, autore di una grandissima seconda parte di stagione con la maglia del Frosinone.

In difesa, a meno che non arrivino offerte irrinunciabili, dovrebbero restare sia Jeison Murillo, sia Joao Miranda. Mancini inoltre, non ha escluso la possibilità di utilizzare Gary Medel come difensore centrale di ruolo, data la necessità di aumentare il tasso tecnico del centrocampo e l’esplosione di Geoffrey Kondogbia nel girone di ritorno. Chi potrebbe partire è Juan Jesus: il brasiliano è ambito dalla Roma, specialmente se resterà Walter Sabatini a dirigere il calciomercato della squadra capitolina, il Watford del nuovo corso di Walter Mazzarri ed il PSV. Proprio nella squadra olandese gioca il primo obiettivo di Mancini: Jeffrey Bruma, autore di una grandissima stagione con la maglia biancorossa dei Boeren. Il prezzo è di circa 8/9 milioni, alcune indiscrezioni parlano di un possibile scambio di prestiti proprio tra lo stesso Bruma e Juan Jesus. Altri profili seguiti sono quelli di Lacroix del Sion, Mammana del River Plate, sul quale sembrava in vantaggio il Napoli prima dell’acquisto praticamente ultimato di Lorenzo Tonelli, e Dussenne, outsider di calciomercato, centrale belga 23enne del Mouscron-Peruwelz. Per la fascia destra il primo nome è Pablo Zabaleta, pupillo di Mancini fin dai tempi del Manchester City e che, a detta del suo agente Pastorello, potrebbe arrivare molto presto in Italia. Se il City pagasse al giocatore un indennizzo minimo di un paio di milioni, il terzino dell’albiceleste potrebbe arrivare in Italia già nel mese di Giugno per riunirsi col suo mentore. Caner Erkin è già stato preso, come confermato dal suo agente. Per la fascia destra, le prime alternative sembrano essere Christian Ansaldi del Genoa ma in prestito dallo Zenit San Pietroburgo e Gregory Van Der Wiel, svincolatosi dal Paris Saint Germain pochi giorni fa. Per la fascia sinistra c’è la suggestione Javier Manquillo, difensore dell’Atletico Madrid e in prestito al Marsiglia in questa stagione appena terminata. In partenza ci sono Alex Telles, che non verrà riscattata dal Galatasaray, Davide Santon, Yuto Nagatomo ed anche Danilo D’ambrosio, ambitissimi in Premier League (Crystal Palace, Leicester City e West Ham).

A centrocampo, il primo indiziato a partire sembra essere, ora più che mai, Marcelo Brozovic. Il centrocampista croato vorrebbe il rinnovo con piccolo adeguamento economico mentre l’Inter continua a non sentirci seguendo la politica “tutti utili, nessuno indispensabile“. Le big di Premier lo seguono ma sono avvisate: per meno di 35 milioni il calciatore non si muove. I primi due nomi sulla lista di Mancini sono Yaya Touré e Lucas Biglia. L’ivoriano, diventato uno degli interpreti più forti nel suo ruolo proprio grazie al Mancio, non vuole saperne di restare al Man City e agli ordini di Pep Guardiola, colui che lo “cacciò” da Barcellona, quindi ora la trattativa è fattibile. L’unico scoglio è l’ingaggio: Tourè potrebbe liberarsi a zero ma guadagna ben 12 milioni di euro. Biglia è molto di più che una semplice indiscrezione, il giocatore piace eccome e il costo di 20 milioni potrebbe essere ammortizzato da alcune contropartite come Andrea Ranocchia (non sarà riscattato dalla Samp) e Jonathan Biabiany. Banega è prossimo al viaggio definitivo verso Milano, come confermato dal suo ormai vecchio allenatore, Unay Emery. Sul mercato dei giovani piace moltissimo Niccolò Barella del Cagliari, classe 97′ e autore di buone prestazioni con le maglia del Como, oltre a Tonny Vilhena, jolly di centrocampo classe 1995 svincolatosi dal Feyenoord pochi giorni fa, Oscar Romero e Marcos Acuna, talenti di proprietà del Racing Avellaneda visionati la scorsa notte nell’ultima partita di Diego Milito.

In attacco è pronta la rivoluzione: capitan Mauro Icardi dovrebbe essere confermato, così come Ivan Perisic e Rodrigo Palacio. Stevan Jovetic ha parlato proprio oggi del suo futuro “Ho un contratto, resto all’Inter. E’ stata solo una stagione sfortunata ma non ho fatto poi così male“, potrebbe restare dato che il prestito dal Man City è di durata biennale. Sulla lista partenti ci sono Eder, che forse non verrà riscattato dalla Sampdoria, oppure verrà riscattato e rivenduto, su di lui c’è il nuovo Torino di Sinisa Mihajlovic, e Adem Ljajic, autore di una stagione troppo altalenante per meritarsi il riscatto dalla Roma. Per il ruolo di ala destra il primo obiettivo è Antonio Candreva, sul quale c’è anche la forte concorrenza dell’Atletico Madrid. Lotito chiede almeno 25 milioni per il suo top player. Le alternative sono Anwar El Ghazi, classe 95′ e autore di una stagione da top con la maglia dell’Ajax. Berardi e Marko Pjaca sembrano ormai degli obiettivi inarrivabili (rispettivamente ad un passo da Juventus e Benfica). Un nome mai passato di moda è quello di Manolo Gabbiadini, chiuso da un Higuain quasi alieno nella passata stagione. Aurelio De Laurentiis chiede almeno 20 milioni per l’ex Atalanta. Piacciono diversi giovani del panorama mondiale comde Federico Ricci, in prestito al Crotone dalla Roma, Sebastian Driussi e Lucas Alario del River, oltre a Marlos Moreno, baby fenomeno classe 96′ di proprietà dell’Atletico Nacional. Piace sempre Arkadiusz Milik, ma il suo nome è strettamente legato a quello di Icardi. Il polacco ha un prezzo di 20 milioni e piace alla Lazio per sostituire Miroslav Klose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...