JUVENTUS, TRA IL MERCATO E LA QUESTIONE MORATA

Pjanic.jpg

La Juventus di Massimiliano Allegri, campione d’Italia per la 32esima volta, la quinta consecutiva, ha già iniziato a programmare la prossima stagione.

La prima questione da sistemare è sicuramente quella relativa all’attaccante spagnolo Alvaro Morata. Il Real Madrid, come risaputo da tempo, ha il diritto di recompra sul puntero classe 92′ e, per desiderio di Zinedine Zidane, sembra intenzionato ad usarlo proprio quest’estate. Nelle casse della Juventus, come consolazione, entrerebbero circa 30 milioni di euro. Giuseppe Marotta è già alla ricerca di un sostituto adatto: il primo nome sondato è quello di Romelu Lukaku dell’Everton, autore di 25 reti in questa stagione di Premier League, mentre il secondo è quello di Michy Batshuayi, connazionale e coetaneo dello stesso Lukaku, ma di proprietà del Marsiglia. In questo caso la concorrenza da battere è quella dell’ambizioso West Ham United di Slaven Bilic, entrambi gli attaccanti hanno un valore superiore ai 25 milioni di euro. Il quotidiano spagnolo AS ha ipotizzato, proprio pochi giorni fa, un possibile passaggio di Toni Kroos o Isco a Torino nelle trattativa Morata. Almeno per ora, sono delle indiscrezioni che non trovano alcuna conferma, specialmente se si pensa agli ingaggi fuori portata dei due centrocampisti dei blancos per qualunque club italiano.

Ma chi è il sogno della dirigenza bianconera? Uno sgarbo che risponde al nome di Edinson Cavani del PSG. Il matador ex Napoli sembra essere arrivato ad un punto di non ritorno nella capitale francese: chiuso da Zlatan Ibrahimovic nelle ultime 2/3 stagioni, la punta uruguayana ha glissato nei giorni scorsi sul suo futuro, smentendo le dichiarazioni dello sceicco Nasser Al Khelaifi che lo aveva etichettato proprio come il sostituto di Ibracadabra, con un seccato “io non sono il sostituto di nessuno“.

Dopo aver risolto la questione attaccante, Marotta si concetrerà prima sulla difesa, poi sul centrocampo, reparto dove verosimilmente verrà fatto un unico grande investimento. Nel reparto arretrato verranno confermati tutti tranne Martin Cacéres, prossimo alla Roma di Luciano Spalletti. L’obiettivo è trovare un vice di Stephan Lichsteiner: il nome che più ha preso quota in questi giorni è quello di Daryl Janmaat del Newcastle, retrocesso nella serie cadetta del calcio inglese, la Championship. Il terzino orange vuole lasciare St.James Park e l’idea di abbracciare un’altra maglia bianconera lo alletta, e non poco. I Magpies hanno un po’ esagerato con la prima richiesta di 12 milioni, la Juve arriva al massimo a 6,5 milioni di euro. La questione del terzino destro è comunque qualcosa sulla quale Beppe Marotta può agire in modo ragionato e in assolutà tranquillità, i nomi sono tanti: Mattia De Sciglio del Milan, Widmer dell’Udinese, Sime Vrsaljiko (più vicino al Napoli in questi ultimi giorni), Danilo del Real Madrid e Matteo Darmian. Janmaat è proprio la prima alternativa low cost, seguito da Gregory Van Der Wiel, svincolatosi dal Paris Saint Germain di Laurent Blanc e seguito con particolare interesse anche da Inter e Roma.

A centrocampo il sogno è uno: Miralem Pjanic. La Juventus sembrerebbe addirittura pronta a pagare la clausola rescissoria di 38 milioni di euro del centrocampista bosniaco. L’affare con la Roma potrebbe andare in porto per la gioia dei sostenitori bianconeri, proprio sullo stile delle trattative tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund: la squadra più forte che si porta a casa i giocatori più talentuosi di una diretta rivale. Parte del tesoretto necessario potrebbe essere recuperato dalla duplice cessione di Hernanes e Roberto Pereyra, seguiti con grande attenzione sia in Serie A, sia all’estero. Impossibile Andrè Gomes, il Valencia vuole 65 milioni di euro, cifra irraggiungibile a meno di una clamorosa cessione di Paul Pogba (il gioco varrebbe la candela?).

Anche Cuadrado dovrebbe dire addio a Torino, Antonio Conte lo vuole di nuovo al Chelsea dopo l’addio della scorsa estate sotto la gestione di Josè Mourinho. Al posto dell’esterno colombiano potrebbe arrivare Domenico Berardi, per il quale c’è più di una promessa con il Sassuolo di Giorgio Squinzi per circa 25 milioni di euro.

Intanto Stefano Sensi, regista classe 95′, raggiugerà Marcello Trotta al Mapei Stadium, proprio nel Sassuolo. Il regista di Urbino proseguirà il suo percorso di crescita con la maglia neroverde, esperienza che lo avvicinerà ancora di più al grande calcio, data la partecipazione degli emiliani alla prossima edizione dell’Europa League, poi sarà Juve. Sempre con i neroverdi è stata ultimata la trattativa per Matheus Pereira, trequartista 18enne ormai ex Corinthians. In questi giorni verranno ufficializzati gli arrivi di Simone Ganz dal Como e di Riccardo Orsolini, rifinitore di proprietà dell’Ascoli. Piace molto e viene costantemente monitorato Alfred Duncan: il Sassuolo vuole almeno 15 milioni per il centrocampista scuola Inter. Occhio alla Roma, interessata al talentuoso Ghanese. Sembra essere sfumato Gianluca Lapadula: l’italo-peruviano sembra vicinissimo al Napoli dopo una meravigliosa stagione con la maglia del Pescara, nella serie cadetta, ed è seguito anche dalla Lazio di Claudio Lotito, alla ricerca del dopo Klose.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...