OLEKSANDR ZINCHENKO E UNA SCOMODA EREDITA’

zinche.jpeg

NOME E COGNOME: Oleksandr Zinchenko

ANNO DI NASCITA: 1996

RUOLO: trequartista, ala

NAZIONE: Ucraina

PIEDE: sinistro

FISICO: 175 cm x 61 kg

Insomma, se parli di calcio in Ucraina, la prima persona che ti viene in mente ha un nome ed un cognome ben precisi (e conosciuti): Andrij Shevchenko, leggenda della Serie A ed ex Pallone d’oro con la maglia del Milan, club col quale ha scritto un pezzo di storia del calcio. Eppure, proprio quest’anno, nel paese di Sheva sembra essere nata una prossima stella del calcio mondiale: Oleksandr Volodyrimovich Zinchenko, un centrocampista classe 96′ che, dal primo giorno del mese di Luglio, diventerà (molto probabilmente) un calciatore del Manchester City. Il primo sponsor di questo giovanissimo talento è Pep Guardiola, proprio il prossimo allenatore dei Citizens.

Il ragazzo è calcisticamente cresciuto nel settore giovanile dello Shakthar, squadra in cui ha iniziato a giocare all’età di 13 anni. E’ restato nel settore giovanile dei Kroty (Le talpe) fino alla scorsa estate quando, chiuso dal trio brasiliano – Alex Teixeira, Douglas Costa e Luiz Adriano – ha deciso di trasferirsi a titolo definitivo all’FC Ufa, squadra principale della regione della Baschiria.

Zinchenko ha ovviamente fatto tutta la trafila delle selezioni giovanili ucraine, dall’under 15 fino alla nazionale maggiore di Mister Mychailo Fomenko, che ha deciso di portarlo ad EURO 2016 in Francia. Con la maglia della nazionale ha già realizzato il suo primo gol. Pep Guardiola lo osserverà sicuramente, convinto di aver pescato un fenomeno dal futuro più che assicurato. La concorrenza comunque non manca: il Borussia Dortmund lo osserva costantemente. Intanto Zinchenko, cercherà sicuramente di fare tesoro dell’emozionante esperienza che sta per affrontare con la sua nazionale, dove avrà la possibilità di misurarsi col calcio vero, dei campioni.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Zinchenko è un trequartista puro che può tranquillamente adattarsi al ruolo di ala. Sinistro di piede, il ragazzo ha una tecnica di base ottima, una grandissima visione di gioco, grande dinamicità nel dribbling e nello scatto. E’ un tiratore di punizioni, dal limite dell’area può essere davvero letale per i portieri avversari. Il ragazzo ha il vizio di allargarsi sulla fascia per non dare punti di riferimento precisi ai difensori avversari, ed è congeniale ad ogni tipo di schema che comprende il trequartista. In un 4-2-3-1 può tranquillamente essere messo nel ruolo di ala destra, in cui sa immedesimarsi perfettamente. Deve migliorare dal punto di vista della struttura muscolare, ancora molto acerba e che lo porta a fare fatica contro degli avversari più piazzati e dinamici. Può essere paragonato ad Hakan Chalanoglu, turco del Bayer Leverkusen.

Articolo a cura di: Daniele Pagani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...