RENATO LUZ SANCHES, DAI 25 PALLONI AI 35 MILIONI

sanches.jpg

NOME E COGNOME: Renato Junior Luz Sanchés

ANNO DI NASCITA: 1997

RUOLO: centrocampista centrale

NAZIONE: Portogallo (origini capoverdiane)

PIEDE: destro

FISICO: 176 cm x 75 kg

Il più giovane calciatore, a soli 18 anni, a segnare un gol nella fase finale dell’Europeo, un po’ Davids, un po’ Seedorf dicono di lui. E pensare che fu pagato solo 750mila euro (e una sacca di 25 palloni). Ecco chi è, molto in breve, Renato Junior Luz Sanchés, nuovo fenomeno del Portogallo e… del Bayern Monaco. Esatto, perchè il futuro di questo giovane con il fisico da lottatore di Capoeira sarà a tinte biancorosse, quelle del Bayern Monaco del nuovo corso di Carlo Ancelotti, che lo ha preso per ben 35 milioni più altri 45 di bonus, fino a salire ad 80.

Sanchés ha iniziato a giocare a pallone all’età di 8 anni, nell’Aguias da Musgueira, piccolo club amatoriale della periferia di Lisbona. Gli osservatori delle aquile se ne innamorano e decidono di portarlo subito nella propria cantera, impossibile farsi scappare un talento così puro. Dopo aver fatto tutta la trafila delle giovanili, Sanches viene aggregato alla formazione B degli Encarnados nel 2014, con cui colleziona 34 gettoni e 3 reti. La stagione successiva (o appena terminata) vede il passaggio di consegne in panchina: Jorge Jesus, storico manager del Benfica, firma coi rivali tanto odiati dello Sporting e viene sostituito da Rui Vitoria.

Il nuovo tecnico porta Sanches in prima squadra con effetto immediato (della serie: “un talento del genere merita più spazio“). L’esordio in campionato avviene alla fine del mese di Ottobre ed è più che positivo, poco dopo arriva l’esordio in Europa, contro l’Astana. Il suo primo gol è contro l’Academica Coimbra, il 4 Dicembre. Il 10 Maggio, il Bayern Monaco lo tessera fino al 2021 e col portafoglio molto più leggero: 35 milioni di euro cash più altri 45 di bonus: 5 milioni ogni 20 presenze (fino ad un massimo di 20 milioni) più altri 20 semmai il ragazzo dovesse arrivare sul podio per il FIFA balon d’or negli anni a venire.

Il Bayern Monaco, del resto, è sempre stato lodato per la sua incredibile progettualità: un progetto che prevede un centrocampo già pronto per i prossimi dieci anni, con Sanchés e Joshua Kimmich, piccolo predestinato della nazionale di Joachim Loew. Ed il Portogallo intanto, spera che come un predestinato, Renato Sanches possa diventare fondamentale in un’ipotetica conquista dell’Europeo, già perso malamente nel 2004 quando si parlava di un altro futuro fenomeno del calcio mondiale, un certo Cristiano Ronaldo.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Renato Saches ha dichiarato più volte di ispirarsi a Clarence Seedorf. Può ricoprire quasi tutti i ruoli in un centrocampo a 2, a 3 o a 4 uomini. La grande dinamicità muscolare e l’innato senso della posizione lo rendono già maturo per importanti palcoscenici. Ha una grandissima visione di gioco e un tiro molto potente e preciso.

Articolo a cura di: Daniele Pagani

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...