INTER, JOAO MARIO E GABRIEL JESUS SONO CONCRETI

Joao Mario

Zhang Jindong è stato chiaro con Roberto Mancini: “nessun investimento folle per giocatori già avanti con l’età, si punta tutto sulla linea verde“.

“Partiamo da un presupposto. L’anno prossimo, di questi tempi, il Suning potrà comprare chi vuole, ha una potenza economica che neanche immaginiamo, potrà comprare di tutto e di più. Ma ora è un po’ limitato dal fair play finanziario. L’anno prossimo farà tutto ciò che vuole col potenziale che ha”, dichiarazioni di Alfredo Pedullà, re del calciomercato e di SportItalia.

Per ora, purtroppo per i tifosi interisti, ci sono i vincoli del Financial Fair Play da rispettare ma sembra che degli investimenti onerosi verranno comunque fatti. Proprio per restare in linea con la propria politica, il Suning ha deciso di non regalare Yaya Touré a Mancini (sono davvero troppi 11 milioni d’ingaggio, seppur senza costi di cartellino). Inoltre, con Witsel più vicino al Chelsea e Biglia apparentemente uscito dai radar nerazzurri, il primo nome è diventato quello di Joao Mario, interno o trequartista classe 93′ dello Sporting Lisbona.

Il giocatore sarebbe un colpo di prospettiva molto importante, sia per qualità che quantità, e potrebbe costituire con Marcelo Brozovic (non sembra così necessaria la sua partenza) e Geoffrey Kondogbia la linea mediana del futuro. Oltre a loro resterà Gary Medel mentre in partenza ci sono Felipe Melo, che potrebbe finire in uno scambio con il Jiangsu Suning per Alex Teixeira, e Assane Gnoukouri, che dovrebbe andare in prestito a Bologna o Palermo.

Lo Sporting sembra intenzionato a declinare la prima offerta da 20 milioni della Beneamata ma il club nerazzurro sembra aver già rilanciato alzando l’asticella di ben 5 milioni, per un totale di 25. Il giocatore, in grande spolvero all’Europeo, accetterebbe volentieri la Serie A ed il progetto del Suning. Ci potrebbero essere importanti sviluppi nei prossimi giorni.

Stesso discorso vale per Gabriel Jesus. Sappiamo che la concorrenza è monstre: Real, Barça, Bayern Monaco, Juventus, Atletico Madrid e Arsenal. Il mediatore Giovanni Branchini, che portò a Milano un certo Ronaldo Luiz Nazario da Lima, ha portato buone notizie ad Ausilio: il giocatore classe 97′ ha accettato la destinazione milanese, con l’Inter che lo lascerebbe al Palmeiras, attualmente in corsa per il Brasileirao, fino a Dicembre, quando finira la lega brasiliana. La prima offerta è stata presentata: 30 milioni più bonus.

Il problema relativo alla chiusura della trattativa è la frammentazione del cartellino del giocatore tra lui stesso (gestito dalla madre, che vede di buon occhio il progetto interista), il suo agente, il Palmeiras ed il suo vecchio agente Simoes. I nerazzurri hanno posto una buona base: c’è il benestare alla trattativa di circa il 70% della proprietà di Gabriel Jesus. Il problema vero risponde al nome di Palmeiras, club d’appartenenza del ragazzo che ha già un accordo di massima con il Barcellona. L’Inter vorrebbe evitare un altro caso Lucas Moura, che fu vicinissimo salvo poi firmare a suon di milioni con il PSG. C’è grande ottimismo ma comunque una grande cautela. Work in progress, ma bisogna sbrigarsi.

Per il ruolo di esterno destro, sempre made in Italy, è spuntato un vecchio pallino di mister Roberto Mancini: Manolo Gabbiadini del Napoli. Costa 25 milioni, gli stessi stanziati per Domenico Berardi, che per questa sessione di mercato sembra essere un’idea destinata a sfumare. Era spuntato Federico Bernardeschi, ancora più giovane di Gabbiadini e davvero molto gradito a Mancini. I costi sono gli stessi, la differenza? Gabbiadini, diversamente da Bernardeschi, è sul mercato, quindi il Napoli potrebbe cedere di fronte all’offerta giusta.

Ipotesi Riccardo Saponara per il futuro sempre presente, nonostante il Bologna sia pronto ad offrire 12 milioni per il rifinitore classe 91′ (ed ex Milan). L’Inter potrebbe prenderlo e lasciarlo ancora un anno ad Empoli. Al club toscano piace moltissimo Ranocchia, in uscita dal progetto tecnico interista, e dopo il prestito di Federico Dimarco, si potrebbe giungere ad un accordo sulla base di Ranocchia più 5/6 milioni di conguaglio. Occhio anche al nome di Lucas Lima, 25enne fantasista del Santos già proposto al Suning dall Doyen Sport.

Nota finale: dopo l’acquisto di Gianluca Caprari, sono stati fortemente opzionati (sempre dal Pescara) Davide Vitturini, talentuoso terzino sinistro classe 97′ seguito pure da PSG e Juventus, e Valerio Verre, centrocampista classe 94′ cresciuto nella cantera della Roma, un po’ come Caprari. Il futuro di questi tre giovani talenti italiani sembra essere già scritto, a tinte nerazzurre.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...