FOCUS PREMIER LEAGUE: CHI C’E’ DIETRO LE BIG?

pl.jpeg

Ieri è stata archiviata, con il monday night Chelsea vs. West Ham United, la prima giornata di Premier League. Oltre alle solite big – Manchester United, City, Chelsea, Arsenal, Spurs e Liverpool – quali sono le squadre maggiormente indiziate a giocarsi un posto in Europa?

WEST HAM: la scorsa stagione, la prima dell’era Bilic, sono arrivati 62 punti in campionato (record assoluto del club) ed un posto in UEFA Europa League. Quest’estate sono stati presi Feghouli, André Ayew, Johny Calleri, Gokhan Tore, Nordveit (che ha preso il posto di Song) e Masuaku, arrivato per sopperire all’infortunio di Cresswell ma che potrebbe essere messo sull’altra fascia una volta che verrà recuperato il terzino della nazionale inglese. QUESTA LA FORMAZIONE (4-2-3-1):

(All. Bilic): Adrian (Randolph, Spiegel) – Masuaku, Reid, Ogbonna, Cresswell (M.Antonio, Collins, Oxford, Burke, Byram) – Noble, Kouyaté (Nordveit, Obiang, Poyet) – Andrè Ayew, Payet, Feghouli (Valencia, Lanzini, Gokhan Tore) – Calleri (Carroll, Fletcher)

LEICESTER: nonostante l’addio di Kanté e la disastrosa sconfitta rimediata contro un Hull City parecchio rimaneggiato, il Leicester si è mosso bene sul calciomercato: l’attaccante di nazionalità nigeriana Musa, preso dal CSKA Mosca, è un ottimo colpo, così come il terzino Hernandéz, preso dallo Sporting Gijon. Al posto di Kanté è stato preso Mendy, magari non fotocopia dell’attuale mediano del Chelsea ma più simile a Verratti, sia tatticamente che tecnicamente. QUESTA LA FORMAZIONE (4-4-2):

(All. Ranieri): Schmeichel (Zieler, Hamer) – Simpson, Huth, Morgan, Fuchs (Hernandez, Wasilewski, Moore, Chilwell) – Mahrez, Mendy, Drinkwater, Albrighton (Kaputska, King, James, Amartey, Demaray Gray) – Musa, Vardy (Okazaki, Ulloa, Lawrence)

EVERTON: ceduto Stones, trattenuto Lukaku, presi Ahsley Williams e Yannick Bolasie del Crystal Palace. La rosa dell’Everton si è sostanzialmente rinforzata. Il difensore, nazionale gallese, è arrivato dallo Swansea per raccogliere l’eredità di un giovane prospetto: non avrà problemi nel farlo. L’esterno africano è arrivato per completare un attacco già fenomenale di per sè. La base è sempre la stessa: Barry, Coleman, Baines, Mirallas, McCharty, Lennon e tanti altri ancora. Il talento di Ronald Koeman in panchina può fare la differenza.QUESTA LA FORMAZIONE (4-2-3-1):

(All. Koeman): Stekelenburg (Robles) – Coleman, Phil Jagielka, Williams, Baines (Garbutt, Besic, Funes Mori, Oviedo) – Gareth Barry, McCharty (Gueyé, Gibson, Cleverley) – Mirallas, Barkley, Bolasie (Deuloufeu, McGeady, Tarashaj, Lennon) – Lukaku (Niasse, Koné) + altri: Leandro Rodriguez.

NOTA FINALE: occhio al Southampton, che nonostante la perdita di Sadio Mané, andato al Liverpool per quasi 40 milioni, si è rafforzato con Redmond, il giovane Hojbjerg e il terzino Pied, ma senza cedere gli altri pezzi pregiati: da Dusan Tadic a Austin, Shane Long, J.Clasie, Ward-Prowse e Jay Rodriguez. Anche lo Stoke – complice il talento di Joe Allen, Imbula ed Arnautovic, Shaqiri, Afellay e Bojan come terminali offensivi – può dire la sua. Dietro tutto gestito da capitan Shawcross, l’ex Barça Marc Muniesa e Glenn Johnson.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...