MARIANO DIAZ MEJIA, PUNTERO AL SERVIZIO DI ZIZOU

mariano-diaz

NOME E COGNOME: Mariano Dìaz Meìja

ANNO DI NASCITA: 1993

RUOLO: punta centrale

NAZIONE: Repubblica Dominicana

PIEDE: destro

FISICO: 179 cm x 74 kg

Si chiama Mariano Dìaz Mejìa, il nuovo puntero del Real Madrid di Zinedine Zizou Zidane, di nazionalità dominicana, classe 1993. ‘Dìaz’ come il cognome del padre, ‘Mejìa’ come quello della madre. Per tutti però, a Valdebebas, è semplicemente Mariano: quel ragazzo nato, per ironia della sorte, a Barcellona e tifoso del Real Madrid fin da bambino, col sogno di giocare al Santiago Bernabeu.

In realtà, Mariano sembra essere il prossimo nemico giurato del Barça: indovinate quale fu la sua prima squadra? L’Espanyol, la rivale cittadina dei Barcelonistas, dove Mariano inizia a giocare quando ha solamente 9 anni. Successivamente, passa al Premìa de Mar (dal 2006 al 2008) ed infine, alla Fundaciò Sànchez Llibre (2008-2009). Nel 2009 passa al CF Badalona, dove debutta anche in prima squadra nell’Agosto 2011, a 18 anni, subentrando all’ex Athletic Bilbao Inaki Goikoextea, in Segunda Division. Il 31 Agosto arriva il primo match da titolare, contro la Real Balompédica Linense in Copa del Rey. Dopo 3 gettoni ufficiali con la maglia biancoblu, arriva il Real Madrid, che lo inserisce nelle equipo C, quindi tornando al calcio giovanile.

Mariano inizia dalla squadra C dei Blancos, in Tercera Division. Dal 2012 al 2014, il risultato è incredibile: 46 presenze e ben 18 reti, di cui una meravigliosa tripletta contro il River Club Sestao. Le grandi prestazioni di Mariano vengono premiate: il 18 Gennaio 2014 arriva il suo esordio con la Castilla, in Segunda Division, per volere di Zidane, ai tempi l’allenatore della squadra B delle Merengues, contro lo Sporting Gijòn, all’estadio Alfredo Di Stefano. La Castilla retrocede in Terza Divisione e Mariano viene promosso definitivamente nel club. In due stagioni, tra il 2014 ed il 2016, il puntero dominicano mette insieme 44 presenze e 32 gol. In particolare, proprio nella stagione 14/15 Mariano diventa il top scorer del suo club. Le buone prestazioni portano Zinedine Zidane, ancora una volta, a puntare su di lui, complice anche l’infortunio di Karim Benzema e la necessità di una buona riserva per Alvaro Morata.

Il debutto coi veri Galacticos è arrivato contro il Celta Vigo, il 20 Agosto 2016, subentrando all’ex juventino Morata. In Copa del Rey invece, l’impatto è stato devastante: tripletta nel match contro il Cultural Y Deportiva Leonesa. Attualmente, le presenze complessive tra la UEFA Champions League, la Liga e la Coppa sono 5, condite da 4 gol ed 1 assist. Se Mariano dovesse continuare con questo trend di rendimento, potremmo parlare, nel giro di un paio di stagioni, di un nuovo, grande canterano della Casablanca, dopo i vari Lucas Vazquez, Jesè, Callejon e Morata. Con la Nazionale dominicana invece, siamo a una presenza ed una rete, contro Haiti. La Juventus segue con interesse questo profilo, specialmente se alla fine della stagione dovesse dire addio il croato Mario Mandzukic. Mariano potrebbe diventare allievo di Gonzalo Higuain. Il Real comunque, ha proposto al ragazzo il rinnovo contrattuale, fino al 2021. Chi lo vuole, dovrà sborsare almeno 15 milioni. Occhio alla concorrenza di Malaga, Siviglia, Valencia, Deportivo, Leganes e Deportivo Alaves.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

Punta centrale dotata di ottimo fisico,  fa della velocità palla al piede e del dribbling le sue armi migliori. Bravo nel non dare punti di riferimento ai propri avversari, è in possesso di un ottimo tiro e discrete capacità balistiche. Discretamente bravo nel gioco aereo, sa come difendere il pallone dagli avversari. Inoltre, si prodiga spesso in ripiegamenti difensivi, un chiaro segno della sua predisposizione al sacrificio per i compagni. E’ praticamente pronto dal punto di vista tattico, anche per campionati come quello italiano e inglese. I compagni più anziani lo descrivono come un ragazzo molto maturo e professionale dentro e fuori dal campo di gioco. Con il costante allenamento e la sua grinta, può diventare una grandissima punta.

Articolo a cura di: Daniele Pagani

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...