WEST HAM-MILLWALL, SIMPLY “THE EAST LONDON DERBY”

article-1209028-062ec354000005dc-116_634x300

Oggi, all’interno del nostro viaggio tra le rivalità storiche, ci spostiamo nella città che si può definire l’emblema del concetto di stracittadina: Londra, ed in particolare parliamo dell’East London Derby, ovvero la sfida tra West Ham United e FC Millwall.

Questo match è uno dei più conosciuti al mondo, anche grazie al film diretto da Lexi Alexander “Hooligans” che aiuta a capire quanto sia profonda e sentita questa rivalità. Nonostante il palmarès privo di grandi trionfi da ambo le parti, l’East London Derby è una delle stracittadine più calde e sentite della capitale inglese. Come spesso accade nel calcio d’oltremanica le rivalità nascono molto lontano, l’astio tra queste società nacque addirittura verso la fine del 1800. Il paradosso è che questa sfida si è disputata poche volte nel corso degli anni, ma nonostante ciò la rivalità è sempre rimasta viva nei cuori dei tifosi delle due fazioni.

Pete: Le firm del Millwall e del West Ham si odiano più di qualsiasi altra firm.
Matt: Come gli Yankees e i Red Socks?
Pete: Più come gli israeliani e i palestinesi.

Frase tratta al film “Hooligans”

LA STORIA:

images

Il Millwall FC nacque nel 1885 e fu fondato dai lavoratori della J.T.Morton, un industria navale di proprietà di un imprenditore scozzese, e proprio per tale motivo i colori sociali sono tutt’ora il bianco ed il blu. I Lions sono la squadra sostenuta dalla maggior parte degli immigrati scozzesi e giocano le loro partite casalinghe al The New Den ( o meglio conosciuto come The Den) impianto che può contenere 19.734 spettatori.I  biancoblu dell’East London non hanno un passato glorioso e vincente, potendo vantare infatti all’attivo un solo titolo di seconda divisione e qualche accesso alle semifinali di FA CUP.

I supporters del Millwall sono però una delle tifoserie più temute e calde di tutto il Regno Unito. Principalmente gli Hooligans dei Lions si sono distinti per episodi di violenza per tutto il corso degli anni ’80, spesso ponendo gli scontri con gli altri supporters prima del calcio giocato.

Il loro nome è Millwall Bushwackers, che prende ispirazione da un gruppo militare che durante la guerra civile americana si caratterizzò per terribili agguati. Questo gruppo si è reso protagonista di uno degli episodi più neri di tutta la storia del calcio inglese avvenuto nel 1985 a Luton in occasione di un match di FA Cup, nel quale i supporters dei Lions vennero a contatto coi tifosi del Luton Town, fino ad invadere il campo di gioco, distruggendo parte dello stadio e seminando il terrore tra i quartieri vicini all’impianto. Fortunatamente nel 2002 grazie al presidente Theo Paptis, che impose il tesseramento obbligatorio, il numero degli appartenenti a questo gruppo calò in maniera significativa. I Lions militano nella Football League One (l’equivalente della nostra Lega Pro) e non sono mai riusciti ad affermarsi nel calcio Inglese, restando quasi sempre nelle serie inferiori del football britannico restando in linea con la propria storia.

Il West Ham United venne fondato dieci anni più tardi, nel 1895. I colori sociali sono il bordeaux e il blu e la traduzione inglese cioè claret and blue è anche uno dei soprannomi di questa squadra. Il fondatore fu Dave Taylor nonché proprietario di uno dei più grandi cantieri navali della città, il quale decise di fondate gli Hammers per far “sfogare” i suoi operai e convinto che tale iniziativa potesse migliorare il rendimento lavorativo dei suoi dipendi.

Il West Ham come gli odiati rivali è una squadra con radici proletarie. A differenza dei Lions però vanta un palmares molto più ampio con 3 FA Cup e 1 Community Shield. Da questa stagione gli Hammers hanno abbandonato lo storico impianto di  Upton Park per accasarsi all’Olympic Stadium (costruito in occasione delle olimpiadi di Londra 2012). Il West Ham è una squadra storica per il calcio Inglese, con una grandissimo vivaio in grado di lanciare e schierare giocatori del calibro di Bobby Moore (campione del mondo con la nazionale inglese nel 1966),Rio Ferdinand, Frank Lampard e Joe Cole. Il club negli ultimi anni ha investito molto nel tentativo di raggiungere la tanto sognata Europa, riuscendoci solo in parte a causa dell’eliminazione nei play off per mano dell’Astra Giurgiu, sia nella stagione precendente che in quella corrente.

Anche i supporters degli Hammers nel corso della loro storia, ed in particolare negli anni degli Hooligans, si sono caratterizzati per la loro violenza in particolare il gruppo dell’Inter City Firm (ICF) fino a diventare una delle tifoserie più conosciute al mondo grazie anche al libro “Congratulations, you met ICF” e grazie al film “Hooligans”.

La rivalità si basa quindi su questioni legate al mondo del lavoro, riguardante quindi salari e contratti, fino a esprimersi solo in seguito sul rettangolo verde. L’odio tra Lions e Hammers nacque in particolare nel 1926, quando i tifosi/operai appartenenti al West Ham decisero di scioperare per difendere i propri diritti e il rifiuto di incrociare le braccia degli immigrati scozzesi causò moltissimi scontri tra le due fazioni. Sebbene questa rivalità sia molto forte tra le due squadre, questo derby si è disputato solo 25 volte con 10 pareggi, 6 vittorie per i Lions e 9 per gli Hammers.

Nonostante questo numero irrisorio di incontri l’odio tra le due fazioni è sempre rimasto vivo e gli scontri sono avvenuti anche senza il pretesto di un match ufficiale, come nel 1976 quando un tifoso del Millwall morì lanciato fuori da un treno in seguito a una rissa con dei supporters del West Ham. Oppure come accadde nel 2006 in occasione di Inghilterra-Paraguay quando un centinaio di tifosi si diedero appuntamento nel luogo in cui veniva trasmessa la partita per scontrarsi, quel giorno in 16 finirono in ospedale.

Come è logico pensare anche in occasione di partite ufficiali gli scontri tra tifosi furono i protagonisti.  Nel 1978 le due squadre si sfidarono e ci fu il tentativo dei Millwall Bushwackers di vendicare il tifoso morto due anni prima. I supporters dei Lions riempirono il settore ospiti del The Den con dei volantini con la scritta:

Un fan del West Ham deve morire per vendicare il nostro”.

Minaccia che fu bloccata ed evitata solo grazie alle forze dell’ordine.

Soccer - Carling Cup - Second Round - West Ham United v Millwall - Upton Park

Ma il culmine degli episodi di violenza si verificò nel non troppo lontano 2009, e fece ripiombare in tutte l’Inghilterra il terrore degli Hooligans come negli anni 70-80:  era il 25 agosto 2009 e ad Upton Park si disputò un match valido per il secondo turno di Coppa di Lega che finì per 3-1 a favore degli Hammers, il risultato però passò in secondo piano a causa dei violentissimi scontri prima dopo e durante (con anche un invasione di campo) che culminarono con l’accoltellamenro di un supporters dei Lions. Una rivalità che sembrava essere nata come semplice sfida tra due squadre di operai si è trasformata in una delle più violente e sentite del mondo, che anche oggi infiamma le strade dell’est di Londra e le rive del Tamigi.

Articolo a cura di Federico Bottara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...