PARTIZAN-STELLA ROSSA SUL CAMPO E DELJIE CONTRO GROBARI SUGLI SPALTI

derbi-navijaci

Belgrado, oggi è la capitale della Serbia ma dal 1918 al 1991 fu il centro della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia. La città è stata per moltissimi anni teatro di guerre, manifestazioni e scontri, tanto che nel 1999 durante la guerra del Kosovo fu bombardata dalle forze aree della NATO. In una regione dell’Europa che si è contraddistinta nella seconda metà del ‘900 per instabilità e violenza, si gioca uno dei derby più caldi e sentiti del mondo, il Derby Eterno (o Večiti Derbi) : Stella Rossa Belgrado contro Partizan Belgrado.

Questa sfida non anima solo il nostro amato calcio, ma essendo entrambe le società due polisportive coinvolge anche altri sport, ed in particolare il basket. Ogni anno è la sfida più attesa da tutta la città di Belgrado e vede affrontarsi le squadre più titolate del paese. Il Derby Eterno è spesso passato in secondo piano, a causa degli episodi di violenza tra tifosi ma è anche in grado di regalarci spettacoli sugli spalti con cori assordanti che fanno da contorno alla sfida sul rettangolo verde.

veciti-derbi-na-zvezdin-rodjendan

La Stella Rossa (o Fudbalski klub Crvena Zvezda) venne fondata nel 1945 dagli studenti dell’Università di Belgrado e fin da subito i supporters si legarono ad un’ideologia politica di estrema destra, in contrapposizione con il regime di stampo socialista. In seguito alla conclusione della seconda guerra mondiale divenne la squadra del Ministero degli Interni.

I colori sociali sono il bianco ed il rosso mentre la seconda maglia è di colore blu. Questi tre colori vennero scelti perché rappresentano i colori della bandiera serba. La Stella Rossa ha collezionato 27 campionati nazionali, 24 coppe nazionali, una Champions League, una Coppa Intercontinentali e due Mitropa Cup. La Champions League fu conquistata dai biancorossi nel 1990-1991 ai danni dell’Olympique Marsiglia al San Nicola di Bari. La Zvezda ha lanciato nel mondo del calcio giocatori di calibro mondiale come Vladimir “Pižon” Petrović, Dragan Stojković, Dejan Stanković e Siniša Mihajlović.

La Stella Rossa gioca le partite casalinghe allo stadio Rajko Mitić, meglio noto come “Marakana” data la somiglianza in termini di capienza con l’impianto brasiliano. Infatti fino all’ultima restaurazione nella seconda metà del novecento la struttura poteva contenere fino a 100mila persona (oggi l’impianto ha 55mila posti).

La fazione più calda dei supporters biancorossi  è chiamata Deljie (in serbo eroi) e sono conosciuti in tutta la nazione per la loro violenza. Essi si vantano infatti di andare sempre a testa alta al confronto con gli altri tifosi e per la caratteristica di non avere paura di nessuno. Particolare è l’alleanza (o amicizia) tra i tifosi della Zvevda e quelli dell’Olympiakos. Spesso è possibile vedere tifosi greci al Marakana e viceversa, con aiuti reciproci nel preparare le coreografie. In passato il loro leader è stato Arkan (Zeljko Raznatovic), il comandante delle “Tigri”, unità paramilitare che durante le guerra dei Balcani si rese responsabile di efferate azioni di “pulizia etnica”.

FUDBAL: CRVENA ZVEZDA - PARTIZAN

Il Partizan Belgrado (o Fudbalski klub Partizan) nacque anch’esso nel 1945 in pieno periodo bellico, fu fondata come emanazione della JNA, la Jugoslav National Army. La società prese parte all’Associazione Sportiva Jugoslava e oggi la maggior parte dei suoi tifosi ha ideali politici vicinissimi all’estrema destra.

Il Partizan nel corso della sua storia ha collezionato 26 campionati nazionali, 13 coppe nazionali e una Mitropa Cup. I colori sociali sono il bianco ed il nero a strisce verticali e come i rivali, il club ha lanciato nel calcio giocatori di calibro mondiale come Predrag Mijatović (ex giocatore e  DS del Real Madrid) e Savo Milošević. La squadra gioca le partite casalinghe allo Stadio Partizan, impianto costruito nel 1949 ed inaugurato con il nome JNA Stadium che può contenere fino a 32mila spettatori.

Buona parte di questi posti è occupata dalla frangia più violenta e conosciuta del tifo bianconero: I Grobari. La traduzione italiana significa becchini, e tale nomignolo fu dato ai supporters del Partizan dai loro eterni rivali appunto perché le divise della squadra ricordavano quella dei Grobari serbi. Nel corso della sua storia il gruppo di ultras bianconero si è contraddistinto per episodi di violenza, per traffici illeciti e per aver terrorizzato tutte le città europee dove il Partizan ha giocato in trasferta. I Grobari inoltre hanno stretto alcune alleanze con altre tifoserie europee tra le quali troviamo la Curva Sud Milano (gli ultras del Milan) e i GATE 4 (supporters del PAOK Salonicco).

pscop-640x300

Il Večiti Derbi non solo tra le due formazioni, ma è soprattutto l’occasione di confronto tra i Deljie e i Grobari. Questo match vede sempre il coinvolgimento di numerosissimi poliziotti in assetto antisommossa sia all’interno dello stadio che ovviamente al di fuori di esso. Basta una piccola scintilla per trasformare le strade di Belgrado in quelle dei tempi della guerra, agguati, risse, lanci di pietre e altri oggetti, macchine incendiate e numerosi arresti . Gli episodi di scontri tra le due tifoserie sembrano quasi una cosa normale nel giorno del Derby Eterno.

prt-stl-640x300

Al di là della violenza (che a mio avviso non dovrebbe mai legare il proprio nome al calcio) lo spettacolo è sugli spalti! Il Marakana e lo Stadio Partizan sono gli scenari perfetti, e ogni volta si animano di coreografia coloratissime, accompagnate da torce e fumogeni che contribuiscono a creare l’atmosfera perfetta per ospitare il Večiti Derbi.

Articolo a cura di Federico Bottara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...