LA TOP-11 DELLA SERIE A TIM

Serie a.jpg
Photo by http://www.legaseriea.it

Il campionato di Serie A è giunge al capolinea. Tante le sentenze: la Juve nella leggenda con ben 6 scudetti consecutivi, la Roma ai gironi di Champions al cardiopalma, l’addio di Totti e il primo, fondamentale, tassello della carriera di Pietro Pellegri, il Napoli ai preliminari nonostante un calcio meraviglioso e soprattutto, il colpo di coda del Crotone, salvo all’ultimo respiro. É ora di tirare le somme, è ora di top-11. E come al solito inserirò tante sorprese in un iper-offensivo 3-4-3.

Gigio
Gianluigi Donnarumma – Photo by http://www.gazzetta.it

Avessi citato Gigi Buffon, avrei dovuto partecipare di diritto alla fiera dell’ovvietà. Alcuni errori personali hanno rischiato di influire sulla mia scelta, ma alla fine si può dire che la stagione del ragazzone di Castellammare sia stata complessivamente ottima, il tutto nonostante le pesanti pressioni che gravavano sulle sue spalle. Ora è tempo di calciomercato e la sua permanenza a Milanello non è più così scontata come qualche mese fa. Fassone è stato molto chiaro: “non possiamo permetterci di giocare con un portiere in scadenza contrattuale”. In breve: conosciamo il potenziale del ragazzo, ma non cederemo ai “ricatti” medicatici di Raiola.

bonucci.jpg
Leonardo Bonucci – Photo by http://www.gazzettagiallorossa.it

Altri due trofei in cascina per il fortissimo difensore bianconero, nonché autentico leader difensivo della difesa di Massimiliano Allegri. Quest’anno 44 presenze stagionali, 5 gol e 1 assist: un bel bottino in attesa della finale di UEFA Champions League contro il Real Madrid di Zidane. Spezza, difende, imposta. Fa tutto lui, dando sempre anima e cuore, con le unghie e con i denti. Semplicemente uno dei difensori più forti al mondo, ormai non ci sono più dubbi.

fazio.jpg
Federico Fazio – Photo by http://www.forzaroma.info

Quest’estate, per affiancare il giovane Antonio Rüdiger e Kostas Manolas, sono arrivati lui e Thomas Vermaelen, nome sicuramente più blasonato grazie alla qualità delle maglie indossate in carriera. Fazio, arrivato come riserva, è invece riuscito a conquistare una piazza. Leader granitico, semplicemente insuperabile di testa. Il paragone con Walter Samuel, probabilmente, è davvero troppo, è esagerato. Eppure Fazio è riuscito nel fine di conquistarsi l’amore di una piazza delicata e passionale. Ben 48 presenze, 4 reti segnate e 1 assist (non segnava dalla stagione 14/15). Si parla proprio di Manolas conteso da Inter e Arsenal ma con questo Fazio, la Roma potrebbe tranquillamente fare a meno del forte difensore greco.

Andrea conti.jpg
Andrea Conti – Photo by http://www.eurosport.com

Un terzino da 8 gol in campionato, che ha contribuito ad una storica galoppata verso l’Europa. Andrea Conti rappresenta appieno il nuovo corso dell’Atalanta di Gasperini. La Dea è stata una delle favole più belle del campionato appena terminato, sulla falsa riga del Sassuolo, se non addirittura meglio dei neroverdi di Eusebio Di Francesco. Discese continue, scorribande tra le maglie avversarie e tanta grinta. Tutte le big di Serie A se lo contendono, dalla Juve all’Inter passando per il Milan e il Chelsea di Antonio Conte: l’Atalanta si è cautelata con l’acquisto a parametro zero di Guilherme Siqueira dall’Atletico Madrid. L’estate è appena iniziata, è lunga, e l’Atalanta dovrà resistere a tante super offerte.

Hamsik.jpg
Marek Hamsik – http://www.sportslens.com

C’è qualcosa da dire sul Marekiaro? Il simbolo di questo Napoli: 38 presenze, 12 gol e 11 assist. Sgancia tiri da fuori che sembrano bombe, s’inserisce in zona gol con una facilità quasi irrisoria, torna in difesa e lotta su ogni pallone. Il tuttocampista perfetto, il cuore di una città che inneggia il suo nome. Penso proprio che in un futuro lontano (dato che siamo in tema) avremo l’onore (e il diritto) di piangere l’addio di un’altra bandiera del calcio nostrano. Meravigliosamente Hamsik.

Radja.jpg
Radja Nainggolan – Photo by http://www.express.co.uk

Coppia di centrali di centrocampo tutta mohicana. Ho deciso di mettere il Ninja al fianco di Hamsik. Perché? Poche volte ho visto un gladiatore del genere in mezzo al campo. Il rettangolo verde, per lui, è come un campo di battaglia. Bisogna lottare per 90 minuti più recupero. E credetemi: meglio averlo al proprio fianco che di fronte, come avversario. Un giocatore completo. In tutte le competizioni ha collezionato 53 partite, 14 gol e 7 assist decisivi.

papu.jpg
Alejandro El Papu Gomez – Photo by http://www.tuttosport.com

Oh Papu, me duele. Saresti potuto venire all’Inter tanto tempo fa, ma la trattativa saltò. Peccato. Hai fatto le fortune di un altro club nerazzurro. Un giocatore funambolico, a tratti un vero e proprio fuoriclasse. La convocazione con l’Albiceleste del nuovo corso di Jorge Sampaoli è una ricompensa assolutamente meritata, guadagnata sul campo a colpi di genio. 39 gettoni, 16 gol e 12 assist. Imprevedibile nella giocata, scaltro e fin troppo bravo nel prodigarsi in serpentine e dribbling tra le maglie avversarie.

Keita
Keita Baldé Diao – Photo by http://www.bleacherreport.com

Genio e sregolatezza, in tutti i sensi. Una testa calda capace di mettere insieme 16 gol e 6 assist tra Serie A e Coppa Italia.  L’arma in più di questa Lazio, un jolly offensivo capace di svariare senza dare punti di riferimento ai difensori. Giocate d’alta scuola, ma anche tanta concretezza. Sotto la gestione di Simone Inzaghi, l’esterno senegalese sembra aver davvero trovato la sua dimensione. Si parla già d’addio, con il Milan alla finestra, Juve e Inter che lavorano sotto traccia. Lotito non lo farà partire, se non per una cifra congrua alla stagione disputata. Io intanto, nonostante diversi colpi di testa, nella mia top-11 ce lo metto volentieri.

mert.jpg
Dries Mertens – Photo by http://www.calciomercato.com

Dai, sul serio? Volete anche sapere il perchè di questa scelta? 28 reti e 11 rifiniture in 35 partite. Basta così. La miglior stagione della carriera del folletto belga. Napoli ha dimenticato Gonzalo Higuain. Dries Mertens è come il secondo amore, quello che ti fa ricredere dopo la delusione del primo.

Schick.jpg
Patrick Schick – Photo by http://www.gazzamercato.it

La vie c’est fantastique. Un impatto col calcio italiano semplicemente devastante, anche meglio del primo Icardi. Inizialmente partito come riserva, alle spalle di Quagliarella e Muriel, il puntero ceco classe 96′ si è conquistato la piazza blucerchiata a suon di dribbling sul velluto e gol importanti. Sarà asta per lui, nessuno escluso, ma dovrebbe restare a Genova un altro anno per completare il suo percorso di maturazione sotto il profilo calcistico.

Belotti.jpg
Andrea Belotti – Photo by http://www.ecodibergamo.it

Sì, ho scelto proprio lui per completare il mio attacco, e non Edin Dzeko. E che ci crediate o meno esiste un perché: l’attaccante bosniaco della Roma ci ha semplicemente fatto vedere ciò di cui è sempre stato capace, non dimentico i suoi gol con City e Wolfsburg. La scorsa annata, giocata molto al di sotto delle aspettative, è stata solo una sorta di ammortizzatore per quella appena terminata, un periodo di adattamento più lungo del solito. Certo, parliamo del capocannoniere della Serie A, che di diritto dovrebbe entrare in questa squadra. Tuttavia ho scelto proprio Belotti, perchè troppe volte è stato definito un giocatore scarso, scoordinato e non all’altezza. 28 gol stagionali tra Campionato e Coppa Italia, tanta grinta, umiltà e voglia di lottare, di emergere dall’anonimato. Il merito va dato anche a Sinisa Mihajlovic, che lo sta rendendo un attaccante completo, il futuro della Nazionale (guardatevi l’assist di ieri per il gol di Baselli).

Articolo a cura di Daniele Pagani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...