LA LUNGA STORIA DEL TYNE-WEAR DERBY, DAL 1500 AD OGGI

 

derby_nc-sund.jpg
Immagine a cura di Galufo Vector Art https://www.instagram.com/galufo_vector_art/?hl=it – https://www.facebook.com/Galufo/?fref=mentions )

Il Tyne and Wear è una contea metropolitana del nord dell’Inghilterra. Come logico che sia anche in questa zona il calcio è lo sport più amato. All’interno di questa splendida regione sulle rive dei fiumi che la percorrono (il fiume Tyne e il fiume Wear) c’è una fortissima rivalità tra due città distanti rispettivamente 23 km, il Tyne-Wear Derby tra Newcastle e Sunderland.

Due città tanto simili e tanto diverse, due classiche città del nord inglese con accomunate dalla passione viscerale per i colori del club e l’odio da sempre intatto nei confronti dei rivali.

Danny_Simpson_3256814k.jpg
Photo by telegraph.co.uk

Il Sunderland Association Football Club venne fondato nel 1879 dall’insegnante scozzese James Allan e nacque come Associazione degli insegnanti di Sunderland. Nel 1885 divenne squadra professionistica accettando anche chi non svolgeva la professione di insegnante. La maglia della squadra nei primi anni del professionismo era di colore blu, soltanto qualche anno dopo si arrivò a quella biancorossa a strisce verticali che tutt’ora è usata dal club. Il soprannome più conosciuto per chiamare la gente del Sunderland è Black Cats (gatti neri).

Nel corso della sua lunga storia i Black Cats hanno conquistato 6 Premier League, 2 FA Cup e 2 Community Shield.

Il Newcastle United Football Club nacque dallo Stanley Cricket Club di Byker, che decise di creare una squadra di calcio nel novembre 1881. Dall’anno di fondazione sino al 1895 in cui fu ufficializzato l’attuale nome il club ne cambiò di diversi e assorbì diversi club della città.

I colori del club sono il bianco ed il nero che vengono da sempre accostati  attraverso strisce verticali. I giocatori del club sono soprannominati Magpie (gazze), che è anche il simbolo della città di Newcastle.

I bianconeri hanno collezionato nel loro palmares 4 Premier League, 6 FA Cup una Community Shield e in campo internazionale una Coppa delle Fiere e una Intertoto.

article-1326724-0BDA35BE000005DC-527_468x286.jpg
Photo by The Spectator’s View

La particolarità di questa rivalità è il fatto che l’odio per i nemici è custodito nei libri di storia. Sì, non è solo un modo di dire ma oggi nel nostro viaggio tra le rivalità torneremo nel 17esimo secolo, più precisamente nel 1642 al tempo della guerra civile inglese che si concluse nel 1651. In realtà l’astio tra le due città era già iniziato nel 1530 quando un decreto reale ordinò che tutto le spedizioni di carbone dovessero partire da Newcastle, rallentando così lo sviluppo economico di Sunderland. Durante la guerra civile la città di Newcastle si schierò dalla parte dei Royalists (fedeli alla corona d’Inghilterra) e venne cinta d’assedio dai repubblicani scozzesi di Cromwell, che avevano in Sunderland la loro roccaforte.

Nel corso della guerra continuò questa divisione tra le due città e due rispettivi alleati, nel 1644 si arrivò addirittura ad un vero e proprio scontro armato che vide vittoriosi gli anti monarchici di Sunderland.

article-2032551-0D807A6A00000578-530_468x320.jpg
Photo by Daily Mail

Ovviamente con la nascita del football l’odio si è spostato sul rettangolo verde e la battaglia oggi si svolge nel teatro di St.James’ Park in Newcastle o allo Stadium of Light in Sunderland, dove lo spettacolo sugli spalti tipico del calcio brittanico si manifesta all’ennesima potenza.

In una storia così lunga numerosi sono i derby indimenticabili per entrambe le fazioni. Il primo ufficiale si giocò per la FA Cup nel lontano 1888 e fu vinto dal Sunderland.

Per i Black Cats la vittoria più memorabile di sempre sarà il 9 a 1 rifilato ai bianconeri al St-James’ Park il 5 novembre del 1908, con ben otto gol segnati dai biancorossi nel secondo tempo e che ancora oggi è la vittoria più larga del Tyne-Wear Derby.

Per i Magpies sono invece indimenticabili i due match vinti per 6 a 1 nel 1922 allo Stadium of Light e nel 1955 in casa.

Negli ultimi dieci anni il Tyne-Wear Derby, nonostante le due squadre non ambiscano a posizioni alte nella Premier League, è sempre rimasto spettacolare e sentitissimo capace di salvare una stagione mediocre o addirittura a regalare punti salvezza decisivi. Ciò è spesso accaduto al Sunderland che in diverse stagioni delle ultime ha dato una svolta al proprio campionato con una vittoria nel derby come nel 2014 con gol dell’italiano Borini.

article-2308074-19495FDF000005DC-593_634x410.jpg
Photo by Daily Mail

Purtroppo dalla scorsa stagione il Tyne-Wear non si è più giocato. La retrocessione dei Magpies non ha permesso al derby di disputarsi e anche la prossima stagione sarà priva di questo match data la contemporanea retrocessione dei Black Cats in Championship e la promozione in Premier del Newcastle, da amanti di questo sport e da “crazy for english football” ci auguriamo che presto questo match possa tornare a regalarci grandi emozioni e a portare nel nostro salotto un pizzico della tipica atmosfera.

 

                                                 Articolo a cura di Federico Bottara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...