CITY-BASILEA: UN COPIONE GIÀ SCRITTO CONTRO I MIGLIOR ATTORI NON PROTAGONISTI

25437283_148179439165017_2104983046_n.jpg
Van Wolfswinkel è sicuramente uno dei giocatori di maggior esperienza nello spogliatoio del Basilea, mentre De Bruyne è stato definito dal suo allenatore Pep Guardiola, uno dei gioctori più forti al mondo – Grafica by Alessio Giannone

Avevo detto al Presidente che mi serviva un anno per poter far memorizzare le mie idee. Ora posso dire di esserci riuscito. Ogni singolo giocatore è nato con la voglia di avere sempre la palla incollata al piede. Se ci pensate è così: io con il mio gioco faccio in modo che tutti siano felici. Non critico nessuno, ma penso che il calcio sia fatto di movimenti e giocate, non di lanci lunghi a cercare i miracoli

  • Pep Guardiola

La squadra del tecnico catalano ha incantato con il suo gioco spettacolare e con un’applicazione del calcio totale quasi ai limiti della perfezione. Il Manchester City è una vera e propria macchina da guerra, nella stagione ha collezionate praticamente solo vittorie, due pareggi e solo una sconfitta da agosto ad oggi con numeri sensazionali sia a livello offensivo che a livello difensivo. Il distacco in Premier League sulla seconda classficata, lo United di Mou, è di ben 11 punti. Il percorso in Champions League non è stato da meno. I Pep’s boys si sono qualificati al primo posto totalizzando 15 punti, perdendo solo all’ultima giornata, tra l’altro con ampio turnover, in Ucraina contro uno Shakhtar pieno di motivazioni.

city.jpg
David Silva, Sergio Aguero e Kevin de Bruyne – photo by manchestereveningnews.co.uk

Agli ottavi dovrà vedersela con i campioni di Svizzera, il Basilea del tecnico Raphael Wicky. Gli svizzeri sono una sorpresa di questa UCL e si sono ampiamente meritati il passaggio del turno in un girone molto difficile con Manchester United, Benfica e CSKA Mosca totalizzando 12 punti e collezionando lo scalpo illustre dei Red Devils sconfitti per 1-0 grazie al gol di Lang. In campionato i rossoblu hanno avuto più difficoltà, quest’anno sono infatti al secondo posto dietro allo Young Boys a due punti di distanza. Questo rendimento potrebbe essere una diretta conseguenza degli impegni europei che hanno sicuramente sfiancato mentalmente e fisicamente i ragazzo di Wicky i quali si sono concentrati maggiormente sulla UCL.

I valori in campo in questo ottavo di finale non sono nemmeno paragonabili e la doppia sfida sembra aver già un vincitore in direzione quarti di finale. Il Basilea si schiera in campo con un 3-4-3 molto offensivo. La difesa è solitamente composta da Suchy, Balanta e Akanji. Il centrocampo a 4 è composto al centro da Xhaka (fratello del più noto Granit dell’Arsenal) e da Zuffi, sulle fasce ci sono a destra Lang e a sinistra Petretta. Il tridente d’attacco è composto invece da Renato Steffen, Elyounoussi e Oberlin. La qualità è sicuramente la caratteristica principale di questa squadra che ha una mentalità molto offensiva, sono infatti 11 i gol segnati in UCL e 37 quelli in Super League con una media di conclusioni in porta di 11.2. Gli uomini più pericolosi del reparto offensivo sono sicuramente Oberlin, il quale ha collezionato 4 marcature in Champions League e 3 in campionato e Ricky Van Wolfswinkel, bomber di campionato con 7 reti e solo una in Champions.

basel.jpg
Photo by footballfashion.org/wordpress

La vocazione offensiva del Basilea di Wicky verrà (quasi sicuramente) meno nella doppia sfida contro il City, viste le qualità della squadra di Guardiola. Molto probabilmente le scelte del tecnico degli svizzeri saranno orientate a bloccare il più possibile gli attacchi degli inglesi creando densità in mezzo al campo e abbassando i due esterni di in quella che potrebbe diventare una difesa a 5, e un conseguente 5-4-1 con Steffen e Elyounoussi sulla linea dei centrocampisti e uno tra Oberlin e Van Wolksvinkel unico riferimento offensivo centrale. Il diktat sarà sicuramente quello di sfruttare gli spazi lasciati dai Citizens per effettuare dei rapidi contropiedi sfruttando la velocità del reparto offensivo con la speranza di colpire.

Articolo a cura di Federico Bottara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...