PARMA: QUANDO IL SALTO TRIPLO È PIÙ CHE SOLO UN SOGNO

Quando si parla di Parma Calcio non riesco a non pensare alle vittorie degli anni 90’, ai goal di Crespo, alle magie di Zola e alle Coppe internazionali. Se chiedete ad un tifoso del Parma oggi, forse si mette a piangere, ma la verità è che anche i più giovani negli ultimi 30 anni ne hanno viste di tutte i colori.

Coppa uefa Parma

Si passa dagli anni d’oro del decennio anni 90’ al crac Parmalat e all’arrivo di Ghirardi negli anni 2000 fino al fallimento della società nel 2015. Un colpo al cuore per i tifosi Ducali che sono costretti a vedere la propria squadra ripartire dal campionato di Serie D con la nascita del Parma Calcio 1913.

Ora il Parma gioca in Serie B e spera nel salto triplo, dalla Serie D alla Serie A in soli 3 anni, qualcosa di quasi impossibile. Ma che invece nasconde qualcosa di concreto. E ora vediamo il suo percorso completo prima di analizzare dettagliatamente la stagione attuale.

SERIE D

Grazie ad una stagione da record il Parma riesce a salire in Lega Pro ad un solo anno dal fallimento senza nessuna sconfitta e concludendo con il record di tifosi tra un campionato di dilettanti. Protagonisti di quell’annata alcuni giocatori ancora presenti nel Parma di oggi, partendo dal capitano Alessandro Lucarelli fino Yves Baraye, giocatore di talento ma che non aveva mai reso quanto ci si aspettava da lui.

LEGA PRO

Dopo la promozione in Lega Pro il Parma decide che non è ora di aspettare e ci mette passione e cuore per tentare di salire nella serie cadetta al primo tentativo. E ci riesce subito grazie ad un grandissima rosa composta da giocatori di esperienza e giovani di belle speranze. Protagonisti di quel Parma troviamo Emanuele Calaiò, Manuel Nocciolini e sempre Yves Baraye.

Ma ora veniamo all’anno più importante e decisivo del nuovo Parma Calcio

SERIE B

Dopo aver compiuto il doppio salto il Parma Calcio riparte da una nuova proprietà, infatti il 21 giugno 2017 acquista il 60% della proprietá il gruppo cinese Desports con a capo il cinese Jiang Lizhang. La societá mantiene comunque le figure principali e aggiunge pedine importanti come Hernan Crespo nel ruolo di Vicepresidente. Il nuovo Parma calcio parte infatti da una societá solida che oltre ai capitali cinesi puó contare un 30% di impreditori locali pronti a sostenere economicamente e non solo il Parma Calcio. La societá ha confermato per la B l’allenatore Roberto D’Aversa che ben aveva fatto anche in Lega Pro.

La rosa costruita nell’estate del 2017 é relativamente buona per la serie cadetta. Non puó considerarsi la migliore del campionato in comparazione a squadre piú attrezzate, Palermo su tutti, ma di certo ci si aspettava un buon piazzamento.

Al giro di boa possiamo tranquillamente dire che il Parma sta andando anche oltre le aspettative. Ma scopriamolo meglio con i numeri.

Attualmente il Parma si trova al 4° posto a soli 4 punti dalla vetta con la difesa migliore del campionato, insieme al Palermo, con soli 17 goal. La squadra Ducale é sicuramente tra le squadre piú difficili da affrontare, una squadra quadrata che concede poco ma che puó colpire in qualsiasi momento. Soprattutto su palla inattiva dove il sempre verde Alessandro Lucarelli, capitano e anima di questo Parma nonostante le 40 primavere sulle spalle, é giá arrivato a quota 3 goal quest’anno in campionato, insieme a lui Valerio Di Cesare con 2 goal fatti nonostante le sole 9 presenze e Gagliolo con 2 anche lui.

I goal su palla inattiva hanno sopperito ad un attacco che ha dovuto fare i conti con l’infortunio di Ceravolo. Il giocatore ex Benevento era stato comprato per fare il titolare e per alternarsi con Emanuele Calaió. Purtroppo il brutto infortunio ha portato il 35enne ex Napoli agli straordinari giocando un buon numero di partite e mettendo a segno 5 goal. Pochini per un centravanti di una squadra che si trova in zona playoff.

Ma per ora il capocannoniere della squadra é il talentuoso Roberto Insigne con 6 goal fatti in 17 presenze. I restanti goal sono invece tutti suddivisi tra centrocampisti e difensori. Questo marca maggiormente il problema offensivo del Parma. Ma si può anche definire un punto di forza vista il grande numero di giocatori diversi andati a segno.

La squadra di D’Aversa ha inoltre grande forza e cuore, soprattutto negli ultimi minuti. Il Parma ha segnato ben 11 reti negli ultimi 20 minuti di gioco. Dato importante contando che ha segnato un totale di 27 goal.

Inoltre é una squadra che può contare su giocatori di esperienza come Lucarelli in difesa, Munari a centrocampo e lo stesso Calaiò davanti che possono aiutare i giovani nei momenti difficili e con molta pressione. Il Parma si presenta con un giusto mix di giovani e vecchi che alla lunga può fare la differenza.

Analizzando tutti questi numeri é facile capire che il Parma ha del potenziale ma che può fare sicuramente meglio. Il mercato invernale potrebbe dare quel tocco in più che potrebbe spingere i Ducali a giocarsi le prime 3 posizioni. Quello che manca di più a questa squadra é sicuramente il centravanti, un attaccante da Serie B di almeno 20 goal a campionato. É difficile trovare qualcuno adesso, ma potrebbero aprirsi degli spiragli da qualche scontento di serie A. La piazza di Parma attrae ancora molto e il progetto è solido e cresce in maniera fluida.

Sono estremamente convinto che a fine anno il Parma riuscirá tranquillamente in zona playoff. Ai playoff tutto può succedere, basta vedere lo scorso anno la favola Benevento. E allora sognare é lecito… I tifosi meritano di sognare. Ricordando come i numeri per ora diano buone speranze.

Articolo a cura di Federico Dinarelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...