NOTHING IS MORE IMPORTANT IN DUBLIN

Il campionato irlandese non è sicuramente uno dei più conosciuti e visti del mondo, ma nonostante ciò conserva da sempre le classiche caratteristiche del calcio d’oltremanica. Passione frenata e tanto agonismo sono il re è la regina del football irlandese che viene vissuto in maniera viscerale dalla maggior parte della popolazione. In un tale contesto tutto ciò che riguarda le rivalità non può esser altro che enfatizzato, soprattutto nella capitale. A contendersi il trono di Dublino e ad accendere il fuoco della rivalità più conosciuta sono lo Shamrock Rovers e il Bohemian.

Lo Shamrock venne fondato nel 1901 (anche se non si ha la certezza) in un sobborgo di Dublino, e il nome fu scelto in onore della strada, la Shamrock Avenue, dove si trovava la prima sede del club. Da sempre i colori sociali del club sono il verde ed il bianco e il simbolo utilizzato nello stemma è il tipico trifoglio irlandese. L’origine del colore delle squadre non è legato al Celtic ma al Belfast Celtic che nel lontano 1920 donò alla squadra un kit di maglie. Il soprannome del club è “The Hoops” (i cerchi) e lo stadio in cui la squadra disputa le partite casalinghe è il Tallaght Stadium. Lo Shamrock è la più titolata del paese, ha infatti conquistato ben 17 titoli nazionali oltre a 24 Coppe d’Irlanda, due Coppe di Lega e molti altri trofei.

inpho_00462323.jpg

Il Bohemian fu fondato il 6 settembre 1890 da un gruppo di giovani studenti e fu una delle prime squadre a promuovere e a disputare il campionato irlandese, all’interno del quale ebbe un ruolo di rilievo fino alla seconda guerra mondiale per poi riprendere il suo ruolo a partire dagli anni ’60. I colori sociali sono il rosso ed il nero posti in strisce verticali sulla prima divisa. Il soprannome del club è “The Gypsies” (gli zingari). Lo stadio che ospite le gara casalinghe è Dalymount Park che può ospitare fino a ottomila spettatori. Il Bohemian nella sua storia ha conquistato 11 campionati nazionali e 7 Coppe d’Irlanda.

36093985341_2db5879fe8_z.jpg

La rivalità tra queste due squadre ha un simbolo; il fiume Liffey. Questo fiume divide in due la capitale irlandese ma anche il Bohemian e lo Shamrock. La squadra del nord contro la squadra del sud. Il northside è rappresentato dai rossoneri mentre il southside dai biancoverdi. Negli anni ’70 la rivalità si inasprì sempre di più soprattutto dopo lo scioglimento del Drumcondra, una delle più grandi squadre del paese, che lasciò la battaglia per il trono di Dublino alle due squadre. Il primo derby si disputo nel lontano 1915, al tempo la rivalità poteva definirsi “tranquilla” ma nel 1970 tutto cambiò. L’odio aumentò e nel fantastico contesto irlandese la spettacolarità di questa gara divenne una caratteristica imprescindibile. Altra caratteristica che per moltissimi anni ha distinto il derby di Dublino sono gli scontri tra le due tifoserie che spesso sono stati sedati dall’intervento della polizia.

inpho_00116094.jpg

La violenza e gli scontri tra le due fazioni si fecero sempre più numerosi e nel 2000 a seguito di una rissa sugli spalti la gara fu sospesa per più di mezzora e da quel giorno lo Shamrock fu costretto ad abbandonare lo stadio di Richmond Park (casa del St. Patrick’s Athletic) a causa degli atteggiamenti incivili dei tifosi biancoverdi. Il vandalismo fu il protagonista di numerosi episodi, come quando i tifosi del Bohemian decisero di infangare la storia dei rivali rovinando un monumento a Glenmanure Park molto importante per tutto il popolo biancoverde o come quando i tifosi dello Shamrock accolsero Tony Grant e James Keddy, appena passati al Bohemian, con il lancio di una testa di maiale per etichettarli come traditori. I due club dopo i numerosi atti di violenza e inciviltà dei propri tifosi si sono impegnati a garantire l’ordine pubblico collaborando con la polizia e con gli steward, rafforzando la loro posizione attraverso comunicati ufficiali per sottolineare la disapprovazione per qualsiasi atto violento. Nella storia del Derby di Dublino dal 1998 ben 25 sono le vittorie del Bohemians mentre 26 sono quelle dello Shamrock. Nonostante un basso livello calcistico e una storia poco conosciuta il Derby di Dublino è forse una delle gare più caratteristiche e affascinante del calcio mondiale, il tutto dovuto anche alla bellezza del contesto in cui si sviluppa tale rivalità. La tipicità del Derby di Dublino lo iscrive di diritto nelle tappe di qualsiasi tifoso che voglia viaggiare il mondo per conoscere culture calcistiche diverse e ovviamente con una bella pinta di Guinness per prepararsi alla sfida!

Articolo a cura di Federico Bottara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...