GOZTEPE – KARSIYAKA: IL DERBY DEL GOLFO DI SMIRNE

fft226_mf6061364

Tantissime sono le città ad ospitare una stracittadina, molte rivalità sono conosciute in tutto il mondo altre meno nonostante abbiano le stesse caratteristiche delle più famose sfide, è questo il caso del Derby di Smirne in Turchia. Dopo Istanbul e Ankara è la terza città più popolosa del paese nonché capoluogo dell’omonima regione. A Smirne il calcio è vissuto con calore e passione e quando va in scena la sfida tra Karsyiaka e Goztepe tutta la città si ferma per assistere al derby.

Göztepe_logo.png

Il Göztepe Spor Kulübü è stato fondato nel 1925. Dopo una serie di fusioni e cambi di nome nel 1939 torna a chiamarsi con il nome tuttora in uso. La società è la più gloriosa di Smirne può infatti vantare nella sua bacheca un Campionato Turco, due Coppe di Turchia, una Supercoppa e visse il periodo di maggior splendore tra il 1963 e i primi anni del 1970.  Nel 2002 dopo una crisi finanziaria il club fu costretto a ripartire dalla quinta serie, riuscendo a tornare nella massima serie sono nella stagione 16/17. Il club si distingue da sempre per l’utilizzo di una divisa a strisce verticali rosso gialle e disputa le partite casalinghe allo stadio di Alsancak che può ospitare fino a 15mila spettatori.

Karşıyaka_Spor_Kulübü.png

Il Karşıyaka Spor Kulübü è la società più vecchia del distretto di Smirne, fu infatti fondata nel 1912. La squadra non è mai riuscita a conquistare nessun trofeo oltre a quelli vinti nelle serie inferiori. Il club oggi milita nella seconda divisione turca e disputa le gare casalinghe nello stadio Ataturk, impianto capace di ospitare fino a 50mila spettatori. I colori del club e di tutte le altre affiliate (essendo una polisportiva) sono il rosso ed il verde inseriti nella prima divisa su strisce verticali.

La rivalità è vissuta in maniera viscerale, con quel tipico spirito turco fatto di fumogeni colorati e cori assordanti. Geograficamente parlando la divisione tra le due squadre è data dal Golfo di Smirne, simbolo della divisione tra le due fazioni. Il Karsiyaka ha sede nella zona nord della città e i tifosi rivendicano il fatto di essere fans del primo club di Smirne ritenendosi i veri cittadini. Da sempre l’anima della squadra è legata al grandissimo presidente della prima Repubblica di Turchia, il generale Ataturk, simbolo della nuova identità basata su valori moderni rispetto al passato ottomano. Il Goztepe ha sede inevitabilmente nella zona sud della città, i tifosi giallorossi si vantano di essere la squadra più importante e titolata della città e gli sfottò sono soprattutto legati a questo aspetto. La divisione oltre che dal golfo è rappresentata dai quartieri in cui le due squadre hanno sede. Entrambi sono molto caratteristici, murales, bandiere e qualsiasi vessillo ricorda il Goztepe o il Karsiyaka. La volontà di affermare il dominio cittadino è il fondamento di questa rivalità, tanto che spesso i tifosi dei rossoverdi modificano la loro targa con la con il “,5” affiancato al 35 (numero di targa per identificare la città di Smirne) per sottolineare la loro appartenenza al Karsiyaka.

1446125860823.jpg

Essendo un derby turco, dove spesso la violenza è la protagonista, anche il Derby di Smirne non è rimasto immune a questo tipo di episodi. Il più grave si verificò nel 2003 quando gli scontri tra le due fazioni più calde del tifo provocarono la morte di una persona. I numeri di questa rivalità sono impressionanti in relazione al fatto che spesso esso sia stato disputato nelle serie inferiori del calcio turco. In particolare nel 1981 quando si giocò un derby decisivo per la promozione nella massima serie gli spettatori furono addirittura 80.000, numeri da capogiro al pari di un qualsiasi derby di Milano o Manchester. Quel giorno riuscì a qualificarsi il Goztepe, ed è forse il derby più importante mai disputatosi a Smirne.

Smirne è un fantastico esempio di rivalità poco conosciuta ma estremamente affascinante, la volontà di imporre il dominio territoriale è vivo nei cuori dei tifosi, e nulla è più importante che batter l’eterno nemico con il quale da sempre si deve condividere la città. Il Golfo è il simbolo perfetto capace di riassumere la distanza e la voglia di non condividere nulla con i rivali, e solo il campo potrà sancire quale sarà la squadra degna di portare la corona di Smirne in nome del tanto amato generale Ataturk.

Articolo a cura di Federico Bottara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...