TIMOTHY WEAH, LO SPRINT DEL SOCCER

Timothy Weah – Paris Saint Germain, photo by Giacomo Maurizi (http://zh.ink361.com/app/users/ig-315063804/giacomo.maurizi.graphics/photos)

NOME E COGNOME: Timothy Weah

ANNO DI NASCITA: 2000

RUOLO: Attaccante / Ala

NAZIONE: Stati Uniti

PIEDE: Destro

FISICO: 185 cm x 69 kg

Questa storia parla di un cosiddetto “figlio d’arte”, e se si parla d’arte – scusateci – ma in questo caso non sembra minimamente esagerato. Il talento che andremo a trattare qui è infatti Timothy Weah, figlio di George – attualmente presidente della Liberia – ex PSG e Milan, vincitore del pallone d’oro nel 1995, non esattamente un personaggio che passa inosservato.

Timothy, a differenza del fratello George jr, ha la cittadinanza americana essendo nativo di New York e ha già esordito con la nazionale maggiore degli U.S.A, il 28 marzo nell’amichevole contro il Paraguay, andando a prendere il posto di Marky Delgado e posizionandosi come ala sinistra. Nonostante questo Timothy Weah è un giocatore duttile che, anche grazie al suo fisico, può giocare sia da esterno d’attacco che da terminale offensivo primario.

Oltre alla sua nazionale, il giovane Weah ha esordito anche con la prima squadra del PSG, club in cui è approdato all’età di 14 anni dopo l’esperienza nell’accademy dei New York Red Bull, il 3 marzo nel match vinto 2-0 in casa del Troyes (andando vicinissimo al gol) e ha replicato la settimana dopo giocando 20 minuti nel 5-0 dei parigini sul Metz. Pochi minuti ma segnali incoraggianti per un ragazzo del 2000 che ha già esordito sia con la propria nazionale che in un club prestigioso come il Paris Saint Germain.

L’attaccante statunitense ha, per ora, collezionato prestazioni e numeri interessanti solo a livello giovanile, in particolare con la nazionali americana U17, con la quale ha preso parte al mondiale di categoria questo autunno. Il cammino degli States in quell’occasione si è concluso ai quarti di finale, con Timothy Weah schierato titolare in 4 partite con all’attivo 3 gol, tutti rifilati al Paraguay agli ottavi di finale con un hat trick, segnando anche un gol veramente spettacolare da fuori area con il suo destro. In totale ha raccolto 14 presenze con la nazionale, segnando 6 gol e 1 assist sui tabellini.

Con le giovanili del PSG invece Tim ha mostrato il suo talento soprattutto in UEFA Youth League, dove stava esprimendo decisamente un buon calcio assieme ai suoi compagni di squadra, prima di essere eliminati agli ottavi dal baby Barcellona. In questa competizione Weah ha messo insieme 11 presenze, con 4 gol e 1 assist ad arricchire il suo impatto per i parigini.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

Timothy Weah è un esterno d’attacco, schierabile anche come punta centrale, che nonostante il fisico longilineo si muove molto bene sulla fascia anche negli spazi stretti e che sfrutta la sua velocità quando si aprono gli spazi sulle corsie laterali. Lo spunto in velocità non è quello del padre, per ora, ma si intravedono già qualità tecniche di buon livello unite a un ottima predisposizione fisica alla corsa veloce e costante.

Oltre a queste caratteristiche, Weah è dotato di un buon senso del gol che può sfruttare quando viene impiegato come attaccante centrale oppure quando si muove sul fronte offensivo, rientrando verso il centro per colpire con il suo destro, come nel caso del gol segnato contro il Paraguay U17 nel quale ha letteralmente fulminato il portiere porteño. Alla buona abitudine a trovare il gol va aggiunta anche la capacità di servire i compagni con degli assist precisi, dovuta ad un’ottima padronanza del pallone sia quando si deve passare che quando deve concludere l’azione.

Timothy Weah è decisamente un buon prospetto, soprattutto per la nazionale U.S.A che necessita di una nuova generazione per portare in alto il soccer americano, che ha già provato il peso e l’emozione di vestire maglie importanti come quella del PSG e proprio della nazionale americana. Quando sei figlio di uno dei giocatori più forti della storia dell’Africa il nome che porti sulle spalle quando scendi in campo non dev’essere esattamente facile da “dimenticare”, tuttavia Timothy potrebbe realmente avere la chance di giocare una carriera ad alto livello e giocando nel PSG, anche la sua popolarità negli States potrebbe decollare tra gli appassionati di calcio. Per fare previsioni però è decisamente troppo presto, anche se nel frattempo Weah – come avrebbe fatto suo padre – corre verso il suo destino.

Articolo a cura di Luca Pesenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...