ANTE CORIC: L’EMBLEMA DEI TALENTI CROATI

WhatsApp Image 2018-04-13 at 17.41.31

Ante Coric – Dinamo Zagabria, photo by Giacomo Maurizi (http://zh.ink361.com/app/users/ig-315063804/giacomo.maurizi.graphics/photos)

NOME E COGNOME: Ante Coric

ANNO DI NASCITA: 1997

RUOLO: Trequartista

NAZIONE: Croazia

PIEDE: Entrambi

FISICO: 172 cm x 68 kg

Ante Coric è un talento ormai già da diversi anni sulla lista dei top club, forse talmente tanto che il suo nome sta quasi cominciando a sbiadirsi in favore dei talenti che sbocciano come tulipani in tutto il panorama europeo e non solo. Questo però, sia ben chiaro, non è dovuto a una mancanza di talento nel giocatore, ma nella mancata realizzazione completa di quel talento.

Ante Coric è un trequartista, impiegato anche come mezz’ala sinistra, che nonostante l’età ha già avuto un’esperienza all’estero: prima di approdare alla Dinamo Zagabria i suoi genitori lo portarono a Salisburgo dove si trova uno dei migliori centri di sviluppo per i giovani calciatori. L’esperienza austriaca termina però con le giovanili dato che nel 2013 passa alla Dinamo per poco meno di 1 milione di euro. Inoltre il giovane trequartista ha già accumulato ben 136 presenze con la maglia dei Modri, condite da 23 gol e 22 assist ma questo dato è leggermente alterato dal fatto che Coric ha iniziato a giocare molto presto se pensiamo che ha esordito a 17 anni nel campionato croato e che appena un anno dopo era già sceso in campo 40 volte in partite ufficiali con la maglia della Dinamo.

Da gennaio sembra che il periodo che potremmo definire come di ambientamento nel calcio dei grandi stia per finire, infatti si è registrato un interessamento con conseguente trattativa avviata da parte della Roma, con il prezzo fissato a circa 12 milioni dai croati e la possibilità di trasferirsi già a giugno. I giallorossi hanno bruciato, grazie al lavoro fatto da Monchi, la concorrenza di Manchester City e Liverpool anche grazie alla volontà del giocatore di lasciare la Croazia per trovare la sua strada definitiva e giocare con continuità.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

Coric è un giocatore con un talento ancora grezzo sia, come già detto, perché in Croazia non è esploso definitivamente sia perché – complici anche diversi infortuni – negli ultimi anni non ha avuto l’opportunità di esprimersi a massimi livelli con continuità. Ciò nonostante le potenzialità di questo classe ’97 non si discutono: Coric non a caso già anni fa fu paragonato a Luka Modric, uno dei centrocampisti migliori in circolazione. Da lì in poi tuttavia le premesse non sono state rispettate nel migliore dei modi, anche se le qualità tecniche e di palleggio del ragazzo non siano mai state messe in discussione.

Il problema, probabilmente, è da vedere altrove, gli infortuni sono solo una parte della discontinuità indissolubilmente collegata al talento croato, purtroppo comune a molti giocatori connazionali o balcanici in generale. Questo è un vero peccato perché ci sta privando della possibile visione di un talento veramente puro quando ha la palla tra i piedi. Coric è dotato di un tocco vellutato, che gli consente di fare letteralmente ciò che desidera quando è in giornata e illumina il centrocampo della Dinamo Zagabria.

Molti addetti ai lavori lo paragonano a Mateo Kovacic, non solo per la posizione ricoperta in campo e le qualità tecniche da palati fini ma anche proprio per il motivo di cui si parlava sopra. Inoltre anche i numeri di Kovacic, seppur in proiezione, sono molto simili a quelli di Coric facendo riferimento al solo campionato croato con 7 gol e 11 assist in 63 presenze. Kovacic ha vinto due volte la Champions League, ma di certo non da protagonista e a dimostrare ciò ci sono anche i numeri di un altro giocatore ex Dinamo che attualmente gioca nella nostra Serie A: Marcelo Brozovic. Per il centrocampista dell’Inter 13 gol e 15 assist in 96 presenze col club della capitale croata, ancora una volta profili simili e numeri quasi identici a rispecchiare la natura controversa di questi talenti cristallini ma terribilmente discontinui, a quali stando nella Milano nerazzurra potremmo aggiungere anche Ivan Perisic.

Grande doti tecniche individuali, ottima visione di gioco e una capacità di dribblare al di sopra della media potrebbero formare uno dei migliori centrocampisti offensivi d’Europa, ma con quel fisico e data anche la giovane età Coric è ancora da considerare come un buon prospetto che però deve ancora dimostrare di cosa sia capace. I gol e gli assist non gli sono mai mancati come dimostrano i numeri e i dati evidenziano che è un giocatore chiave sulla trequarti per l’estro e l’inventiva che possiede, ma per parlare di consacrazione definitiva o di un giocatore su cui si può basare un progetto tecnico importante è decisamente troppo presto.

Articolo a cura di Luca Pesenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...