IL BELLO DEL MONDIALE – VOLUME 1 | GdDF

35731506_199325657383728_694178676241072128_n.jpg
Grafica realizzata da Alessio Giannone per “La Gazzetta di Don Flaco”

Dopo il match vinto dal Senegal, contro la Polonia di Robert Lewandowski, si è chiusa la prima giornata della fase a gironi del Mondiale. Tra prestazioni super, qualche “euro-gol” e risultati sorprendenti ecco la top-5 di Daniele El Flaco Pagani.

#5

Salman Al-Faraj è un leone!

[Russia – Arabia Saudita]

Al cospetto di una Russia straripante e galvanizzata dal Mondiale casalingo, che con la vittoria di ieri contro l’Egitto di Mohamed Salah per 3-1 ha seriamente posto un’ipoteca importante sulla qualificazione alle fasi finali, e di un gioiellino del calibro di Aleksandr Golovin, autore di 1 gol e 2 assist nel match d’esordio dei padroni di casa e finito nelle mire della Juventus di Massimiliano Allegri, l’Arabia Saudita di Juan Antonio Pizzi ha mostrato tutte le sue enormi lacune, sia tecniche che strutturali. Un passivo pesantissimo (5-0) dal quale è emerso Salman Al-Faraj, nonostante il naufragio del suo collettivo. Una prestazione che lo ha reso una sorta di mosca bianca. Salman Al-Faraj attualmente è di proprietà dell’Al-Hilal, club con cui ha collezionato più di 100 partite dal 2010 ad oggi. La carta d’identità recita 28 anni, e chissà che questi tre match non possano rappresentare una buona pubblicità per un suo prossimo sbarco in Europa.

al faraj.jpg
Salman Al-Faraj – Photo by http://www.goal.com

Nel 4-1-4-1 di Pizzi, Al-Faraj ha giocato come mezz’ala, dietro a Mohammad Al-Sahlawi ed al fianco di Taiseer Al-Jassam e Abdullah Otayf, con quest’ultimo a fare da collante tra mediana e retroguardia. Con Yahya Al-Shehri e Abdullah Al-Dawsari esterni larghi, il compito in campo del numero 91 saudita era di partecipare in maniera proattiva e con costanza ad ambedue le fasi di transizione del gioco. In fase difensiva 4 contrasti vinti su 5 (l’80%) effettuati, 1 intercettazione e 2 spazzate. Ma non solo legna. Perchè Al-Faraj ha dimostrato anche delle ottime capacità associative e un discreto dinamismo nella fase di costruzione del gioco. A testimoniarlo c’è la precisione del 91% nei 44 passaggi effettuati, 1 key pass e 70 tocchi in fase di transizione. Un centrocampista a tutto tondo che, dando un’occhiata veloce alla carta d’identità, potrebbe far comodo a diverse squadre di Serie A come SPAL e Chievo. Magari da semplice comprimario, ma perchè no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...