LA DIASPORA DEL BRANCO

WILLIAM CARVALHO

di Luca Pesenti

A parlare da vicino con William Carvalho, a quanto risulta ad oggi, ci sarebbe l’Inter che potrebbe completare il centrocampo con il doppio innesto associando Radja Nainngolan al mediano portoghese in uscita dallo Sporting. Tuttavia, per diverse caratteristiche la squadra più suggestiva da abbinare al roccioso nazionale portoghese si trova nella metà opposta di quella nerazzurra. Il Milan del confermato Gennaro Gattuso infatti ha sempre patito la mancanza di un giocatore, nella zona centrale del campo, plasmato a immagine e somiglianza del proprio allenatore, con alcuni accorgimenti atti al calcio moderno. Se infatti non esistono più i mediani di una volta, quelli che “o la palla o la gamba” se proprio qualcosa doveva passare davanti a loro, non possiamo evitare di collocare Carvalho in una categoria di mediani moderni. A questa schiera appartengono personalità come CasemiroBakayoko e potremmo inculdervi anche uno come Geoffrey Kondogbia, più dinamico dei primi due ma meno presente in quanto a costanza nel lavoro difensivo.

Decisamente più simile ai primi due citati è invece William Carvalho, campione d’Europa nel 2016 con la nazionale portoghese e colonna portante del centrocampo dello Sporting Lisbona, di cui in questa stagione è stato anche capitano. Dal 2013 veste la maglia dei Leões, con cui ha totalizzato ben 193 presenze da allora, andando a stabilizzarsi fin da subito come un elemento fondamentale nello schieramento dei lusitani, sia che esso fosse un 4-2-3-1 che un 4-3-3. In questi sistemi di gioco i suoi partner a centrocampo erano praticamente sempre giocatori più tecnici di lui, votati a favorire lo sviluppo della manovra dopo che Carvalho aveva svolto il lavoro sporco, qui troviamo nei primi due anni allo Sporting giocatori come Adrien Silva e Joao Mario. Successivamente il cambio di modulo verso il 4-4-2 ha portato il nostro mediano ad avere compiti più importanti in fase di costruzione di gioco oltre che nell’azione di rottura e questo ha portato il giocatore a una grande crescita a livello individuale. Con questi continui cambiamenti di modulo il classe ’92 ha infatti sviluppato sicuramente maggiori conoscenze a livello tattico ed ha potuto implementare le proprie competenze in fase di uscita in palleggio.

WILL.jpg
William Carvalho – Photo by http://www.laroma24.it

Con una mediana composta da giocatori come Lucas Biglia, Manuel Locatelli e Riccardo Montolivo, escludendo Franck Kessié in quanto navighi in una zona di campo diversa, salta subito agli occhi la differenza che porterebbe Carvalho nel centrocampo rossonero. Un centro mediano di 190 cm X 88 kg è difficile da non notare, in più analizzando le prestazioni a livello statistico e confrontandole con quelle di Lucas Biglia, il più impiegato tra i 3 citati sopra, possiamo notare che i due formerebbero una coppia di centrocampisti molto diversi che però interpretano il ruolo in maniera simile. Si potrebbe giungere alla conclusione, sicuramente grossolana, che il centrocampista portoghese sia una sorta di versione migliorata di Biglia con compiti più difensivi. Il #21 rossonero durante questa stagione è stato più volte criticato, ma Gattuso non ha mai messo in dubbio la sua titolarità, anche per mancanza di alternative probabilmente. Tuttavia affiancare William Carvalho a Biglia e Kessié in un ipotetico 4-3-3 o metterli a servizio di Calhanoglu nel 4-2-3-1 potrebbe risultare molto interessante perché toglierebbe a Biglia dei vincoli in fase difensiva e di impostazione di cui ha dimostrato non saper reggere il peso per una stagione intera.

Dipenderà molto da quale idea di Milan vorrà e potrà realizzare Gattuso e dal mercato, con i rossoneri sempre più in cerca di una punta dopo che Nikola Kalinić è stato rimandato a casa dal c.t croato Dalić. Anche per queste esigenze di trovare nuovi giocatori adatti in altri ruoli, dopo aver preso Pepe Reina e Ivan Strinić a parametro zero, la dirigenza rossonera dovrebbe pensare a questo terzo colpo che non andrebbe a incidere sul bilancio e che permetterebbe quindi di investire dei possibili capitali in altri giocatori. D’altro canto con l’arrivo di Carvalho al Milan, la zona mediana comincerebbe ad essere affollata e bisognerebbe provvedere alla cessione di alcuni esuberi tra cui il misterioso José Mauri.

William Carvalho, dopo l’assurda vicenda che ha colpito lo Sporting Lisbona, gradirebbe senza alcun dubbio la destinazione milanese, sia per ripartire da un grande club che per essere tra i protagonisti della rinascita del club detenuto da Yonghong Li. Potrebbe essere un’occasione per impartire il suo carattere da leader e dimostrare che non è solamente un mediano “vecchio stampo”, anzi. In fondo se da fino a qualche anno fa veniva paragonato a Patrick Vieira ed Emerson un motivo ci sarà stato. Certo, vederlo lontano da quella Lisbona che lo ha plasmato e lanciato nel calcio, vederlo senza quella casacca biancoverde ad aggredire qualsiasi cosa gli passasse davanti e poi re-impostare l’azione con una più che discreta eleganza, quasi al limite del grottesco data la stazza del personaggio, farà molto strano. Il destino sembra essere segnato, con la speranza che la suggestione di vederlo nella nostra Serie A diventi reale, magari proprio a Milano.

Articolo a cura di Matteo Coral, Daniele Pagani, Gioele Anelli e Luca Pesenti

(L’articolo non vuole trattare degli affari ufficialmente imbastiti, ma più semplicemente ipotizzare la destinazione migliore per ognuno dei giocatori di proprietà dello Sporting, principalmente in base alla sua identità tecnico-tattica. Trattative come per Gelson Martins all’Inter si basano su sondaggi e interessi reali, ma pur sempre ipotesi)

*Sappiamo di Rui Patricio al Wolverhampton

*Sappiamo di Javier Pastore vicinissimo alla Roma

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...