OZAN KABAK, TRA L’IDOLO BÜLENT E IL MAESTRO TERIM

WhatsApp Image 2018-11-16 at 13.12.07
Ozan Kabak – Galatasaray – graphic by Giacomo Maurizi (https://www.instagram.com/chronos_realms/)

NOME E COGNOME: Ozan Kabak

ANNO DI NASCITA: 2000

RUOLO: Difensore centrale

NAZIONE: Turchia

PIEDE: Destro

FISICO: 186 cm x 75 kg

DA SILIVRI A FLORYA, UN FIORE SBOCCIATO

Centottantacinque centimetri di eleganza, e di prodigio. Ecco come si potrebbe definire il giovane Ozan Kabak da Ankara, capitale della Turchia. Uno dei gioielli più scintillanti del calcio turco, secondogenito (di tre figli) di un direttore di prigione e una casalinga. Una coppia non proprio convenzionale. Ciò che importa però è che Ozan è cresciuto con una voglia smisurata di giocare a calcio, praticato anche dal padre a livello dilettantistico, e sin da bambino riuscirà a farsi notare e imporsi come uno dei millenials più talentuosi a livello nazionale. Il primo in assoluto ad accorgersi del talento di Kabak è il suo professore di educazione fisica, mentre la famiglia viveva a Silivri, nella periferia di Istanbul. Dal centro sportivo del Silivrispor, Ozan Kabak inizia la sua carriera calcistica addirittura da centravanti, ruolo che manterrà fino a quando, ad appena undici anni, approderà nel settore giovanile del Galatasaray. Qui gli addetti ai lavori si accorgono fin da subito delle sue innate abilità difensive e di impostazione del gioco, iniziando così a schierarlo tra il centrocampo e la difesa, con le cose che sembrano andare per il meglio fin dal primo periodo di rodaggio. Nonostante tutto, però, la grande lontananza della famiglia da Istanbul non giova al percorso di crescita di Ozan, che a causa dei lunghi viaggi tra casa e i campi di allenamento arriva stanco e piuttosto indebolito agli impegni con la squadra, tanto da farsi sfiorare dall’idea di lasciar perdere il pallone. A questo punto, secondo quanto dichiarato da Kabak stesso, la sua famiglia è stata fondamentale nel convincerlo a tenere duro, a farsi forza, per superare quei momenti di malinconia. L’anno dopo Ozan si trasferisce a Istanbul, nella struttura dedicata ai ragazzi delle giovanili del Galatasaray – l’accademia di Florya – e da questo momento si può dire che il ragazzo si sia inserito perfettamente all’interno del mondo degli «Aslanlar». Da qui le sue prestazioni migliorano notevolmente, di giorno in giorno, garantendogli la possibilità di essere convocato anche per le nazionali giovanili, a partire dalla selezione Sub-14. Con la rappresentativa Sub-17 gioca i campionati europei in cui la Turchia, con Kabak sempre presente, arriva fino alle semifinali in cui viene eliminata da un Inghilterra stracolma di talenti (Jadon Sancho e Phil Foden su tutti). Al termine del torneo Kabak viene inserito dalla UEFA nella lista dei dieci migliori giocatori della competizione, durante la quale segna anche un gol. Poco meno di un anno dopo, appena compiuti i diciotto anni, esordisce in Super Lig anche se gioca soltanto un minuto contro il Malatyaspor, prendendo il posto di Ryan Donk. Durante questa stagione invece, il ragazzo sembra aver scalato rapidamente le gerarchie difensive di Fatih Terim, che dopo il KO subito in casa del Trabzonspor con un sonoro 4-0 ha cambiato la coppia di centrali difensivi puntando moltissimo sul giovanotto turco, che ha risposto sul campo premiando la fiducia datagli dall’allenatore. Oltre che in campionato, in questa stagione Kabak ha esordito anche in Champions League giocando da titolare le due gare disputate contro lo Schalke 04. In queste due partite, nonostante il Gala abbia ottenuto un solo punto, Kabak si è dimostrato all’altezza di sfide europee di questa portata, anche perché a sfigurare ci aveva già pensato il suo compagno di squadra Fernando Muslera, che non è di certo nuovo a simili episodi.

View this post on Instagram

🦁🦁

A post shared by Ozan Kabak (@ozankabak4) on

CARATTERISTICHE TECNICHE

Uno dei migliori pregi per un giovane sulla rampa di lancio è quello di sentirsi dire che in campo si comporta già come un giocatore esperto, e questo è ciò che accade quando sentiamo parlare di Ozan Kabak. Una delle sue qualità migliori è la freddezza nel gestire i momenti della partita, cosa decisamente rara per un diciottenne appena lanciato nel calcio dei grandi. Inoltre, per il ruolo che ricopre, la sua capacità di non andare mai in affanno sotto pressione ed essere lucido per compiere la scelta giusta è qualcosa che ha fatto entrare fin da subito questo ragazzo nel cuore dei tifosi degli Aslanlar. Oltre al carattere imperturbabile, per fare i difensori centrali, si sa, serve la malizia e un pizzico di cattiveria non guasta mai. Kabak risponde a queste esigenze con un senso dell’anticipo molto ben sviluppato, mixato a un ottimo tempismo nell’uno contro uno e un buon senso della posizione quando bisogna compattare la linea difensiva. Riferendoci alle statistiche (dati whoscored.com) Kabak in questa stagione ha una media che si aggira intorno ai 5 palloni recuperati a partita, con 0.6 dribling subiti di media e 2.8 contrasti vinti su 3.4. Questo per soddisfare la parte più difensiva del suo gioco, perché quando riconquista palla non gli piace limitarsi a iniziare una nuova azione affidandosi al compagno più vicino ma, anche grazie al suo passato da attaccante, è in grado di vedere i compagni in profondità e trasformare immediatamente un’azione da difensiva in offensiva. Sempre dando un occhio ai dati statistici vediamo che Kabak completa in media 61 passaggi a partita, con una percentuale di riuscita della giocata dell’87%. Dato il suo fisico poi, sovrastarlo nei contrasti aerei non è per niente facile e sa sfruttare la sua altezza anche nelle situazioni di palla inattiva in attacco, anche se in 11 presenze ufficiali non ha ancora trovato il primo gol tra i professionisti.

TRA «TOTEM» E CALCIOMERCATO

Il suo idolo d’infanzia è stato lo storico capitano del Gala, Bülent Korkmaz, difensore come lui e terzo per presenze all time della nazionale turca, altro obiettivo del giovane Ozan, che però ha dichiarato di ispirarsi soprattutto allo spagnolo Sergio Ramos tra i difensori dei tempi attuali. Sogna di fare bene con il Gala e di conquistare la nazionale maggiore per rappresentare il suo paese, mentre per la carriera vorrebbe arrivare a giocare in Premier League, il suo campionato preferito. In particolare nel Manchester United, per cui dichiara di simpatizzare fin dall’infanzia. Al momento, tuttavia, sulle sue tracce è molto forte l’interesse di tre big del calcio italiano: Inter, Milan e Roma. I nerazzurri secondo alcune indiscrezioni avrebbero chiesto e ottenuto un colloquio diretto, con oggetto proprio il giovane centrale, tra il vicepresidente Javier Zanetti e il suo allenatore Fatih Terim, tentando di inserire il promettente difensore turco nell’operazione che ha portato Yuto Nagatomo a Istanbul. I rossoneri – dal proprio canto – sono già pronti a scatenare l’ennesimo derby di mercato per garantirsi un innesto di prospettiva già nel mercato di gennaio, anche a causa dei continui infortuni occorsi a Mattia Caldara. Leonardo, però, dovrà guardarsi anche dalla concorrenza di Monchi, che in Turchia ha pescato piuttosto bene l’anno scorso. Il presidente del Galatasaray, Mustafa Cengiz, ha già fatto il prezzo, tanto per non farsi cogliere impreparato: servono circa una ventina di milioni per portare via Kabak dalla Türk Telekom Arena. Un investimento già sostanzioso, piuttosto importante, se si considera la poca esperienza accumulata fino ad oggi dal difensore classe duemila. Va anche detto che il Galatasaray dovrà sistemare in breve tempo i conti con il Fair-Play finanziario, ed una cessione immediata di Kabak – magari abbassando le pretese di un paio di milioni – potrebbe sicuramente aiutare il club ventuno volte campione di Turchia a rientrare nei parametri imposti dalla UEFA.

Articolo a cura di Luca Pesenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...