ABOUT A BOY

KieranA circa 18 chilometri da Manchester, esattamente a metà strada tra Bolton e Rochdale, sorge Bury, città di circa 62mila abitanti che si innalza a cavallo della sinuosa intersezione dei fiumi Irwell e Roche. Ci sono due fattori che più di tutti rendono Bury uno degli agglomerati urbani più produttivi dell’intero Lancashire: l’industria cotoniera e la fruttuosa estrazione del carbone. Ma oltre a questi primati nel settore secondario, Bury si è resa celebre oltremanica per essere stata la città natale di due dei terzini destri più forti che la storia recente inglese possa documentare. Phil e Gary Neville hanno lasciato indelebili ricordi e indimenticabili istantanee nella Premier del nuovo millennio, raccogliendo un bottino complessivo di quasi mille gettoni tra i professionisti che va ad aggiungersi alle 59 presenze di Phil e le 85 di Gary con la maglia dei Tre Leoni. Ma non paga di questo lodevole riconoscimento, Bury ha dato i natali a un altro terzino destro che sembra ormai pronto a spiccare il volo e a scrivere una nuova, splendida, pagina di football. Continua a leggere

PUST’ LUČŠIJ IZ KOMANDACH POBEDIT: GUIDA A CROAZIA-INGHILTERRA | GdDF

croing.jpg
Photo by http://www.notiziein.it

Nella classifica ufficiale delle affermazioni più spesso accostate alla Nazionale inglese prima dell’inizio del Mondiale, se la giocano alla pari il trito e ritrito <<Sì, ma l’esperienza è poca>>, il classico <<Se arrivano ai rigori escono>> e il sempre valido <<Tanto i quarti non li superano>>, ciclicamente asserito con un immancabile tono a cavallo tra supponenza e scherno.

Continua a leggere

LA CORAZZATA ČERČESOV

DZYUBA.jpg
Photo by http://www.eurosport.com

Arrivare all’ultima partita del girone giocandosi solamente la testa del gruppo era un’opzione pronosticabile, certo, ma non nel modo e nei tempi in cui si è materializzata. Perché questa Russia fino a pochi giorni fa era un’autentica incognita, il più classico degli oggetti non ancora identificati.

Continua a leggere

HS… ZWEITE

HSV.jpg
L’ultima giornata di campionato, con annessa retrocessione,  ha portato anche a questi disastri di ordine pubblico in casa Amburgo – Photo by http://www.goal.com

1963. Martin Luther King tiene il celebre discorso al Lincoln Memorial, Kennedy viene assassinato a Dallas, Stan Lee e Steve Ditko danno vita al primo numero di The Amazing Spider-Man e i Beatles incidono il primo loro album dal titolo Please Please Me. È un anno ricco, intenso, colmo di avvenimenti che in qualche modo hanno segnato un’epoca e hanno occupato una posizione di prestigio nei libri di storia. In un angolo appartato, quasi avesse paura di comparire in questa lista, c’è il motivo per cui il ’63, nel nostro caso, risulta essere determinante.

Continua a leggere

BITTERSWEET SYMPHONY

31880509_184739252175702_3224280035561046016_n.jpg
Il riassunto della carriera di Arsene Wenger sulla panchina dell’Arsenal – Grafica realizzata da Giacomo Maurizi per la Gazzetta di don Flaco

It’s happening. Sta accadendo, questa volta per davvero. Dopo ventidue lunghi anni, a solcare l’erba dell’area tecnica davanti alla panchina dei Gunners non ci sarà più Arsène Wenger. Cala il sipario su un’era, su un ventennio intenso, ricco e colmo di quell’amalgama agrodolce di emozioni che ha colorato il regno del francese. Se ne va così, con una fredda e perentoria nota sul sito ufficiale dell’Arsenal: “I feel it is the right time for me to step down at the end of the season”.

Continua a leggere