FRANKENSTEIN O IL MODERNO PROMETEO

Siviglia - Juventus

Immagine realizzata da Alfredo De Grandis per “La Gazzetta di Don Flaco”

L’occasione era di quelle troppo ghiotte per lasciarsela andare.

Nell’era dei trend sembra bisogni imparare da Kelly Slater per montare sulle onde giuste evitando di affogare nell’oceano social in continua e frenetica evoluzione.

Ma alle volte è proprio l’ossessione che ti cerca, come una buona onda che ti si presenta davanti supplicando di essere surfata. Prendiamo le scorse giornate, dove salvo una breve parentesi conquistata dal più mistico e contemplativo tramonto mai sceso su noi esuli terrestri,  il trend è stato senza dubbio catturato dal clima Halloween. Dio solo sa quanti video parodia di It avrò visto questi giorni. C’è chi narra che superino persino le panchine di Gabigol. Agghiacciante.

E uno come me poteva forse evitare di cedere alla tentazione di rompervi le scatole con un pezzo, l’ennesimo, in tema Halloween? Un giorno pagherò per tutto questo, statene certi, ma fino ad allora dovrete sorbirvi le mie simpatiche trovate da pazzerellone.

E allora oggi vi terrorizzerò con il padre, l’antecedente, il pilastro di tutte le storie dell’orrore.

Roberto Mancini è: Victor Frankenstein. Continua a leggere

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY

Siviglia - Juventus

Immagine realizzata da Alfredo De Grandis per “La Gazzetta di Don Flaco”

Partiamo da un assunto: nessuno può dirsi veramente indifferente allo scorrere del tempo.

In misura più o meno intensa l’uomo ha cercato dall’alba dei tempi di lasciare un segno del suo passaggio effimero nel mondo, attraverso l’arte, attraverso imprese eroiche e battaglie indimenticabili.

Alla ricerca della notte eterna, da consegnare alla storia in una teca di cristallo oltre ogni concetto di tempo.

Per poter morire sapendo di esserci stato, di aver lasciato la sua impronta. Questo sentimento è legato alla fugacità dell’esistenza, alla consapevolezza di dover invecchiare e morire.

È attorno a questo concetto che si sviluppano inesorabili e grevi le parole del padre del dandismo.

Oscar Wilde racconta: Gianluigi Buffon. Continua a leggere

NINETEEN EIGHTY-FOUR

EP 7 1984

Immagine realizzata da Alfredo De Grandis per “La Gazzetta di Don Flaco”

A volte mi piace spaventarmi con gli amici.

Facciamo questo gioco: ci mettiamo a pensare a quante cose siano cambiate dal 2007, che sono 10 lunghissimi anni ma ci continuerà sempre a sembrare l’altro ieri, è inutile.

E ci spaventiamo.

L’avresti detto, nel 2007, che a distanza di 10 anni sarebbe stato possibile stampare case (CASE!), o trapiantare un corpo sotto un’altra testa? L’avresti detto, nel 2007, che a distanza di 10 anni l’arbitro potesse fermare il gioco, mimare il gesto di uno schermo con le dita, e andare a controllare con calma davanti un monitor se è rigore oppure no? Brividi.

Basti pensare che nel 2007 se sentivi “moviola in campo” ed eri una persona normale ti veniva in mente Aldo Biscardi. Continua a leggere

MADAME BOVARY

EP.6 Madame Bovary

Immagine realizzata da Alfredo De Grandis per “La Gazzetta di Don Flaco”

Lo so, starete pensando che questa volta ho esagerato.

Sarò sincero, ci ho pensato anch’io. Specie per il fatto che la signora del romanzo che fece scandalo di Flaubert leggeva, leggeva tanto, e amava farlo. E Antonio l’ultimo libro lo avrà letto sì e no a 13 anni, e probabilmente era un giornaletto zozzo.

Ma credetemi, tolto l’amore per la lettura, i due sono molto più simili di quel che pensiate.

Ed è giusto che ve ne parli, ancor di più dopo l’epilogo a cui è giunta la carriera del Pibe di Bari pochi giorni fa. Come? Cosa mi dite? Continuerà a giocare? Ecco, appunto.. Continua a leggere

IL PICCOLO PRINCIPE

il piccolo principe

Immagine realizzata da Alfredo De Grandis per “La Gazzetta di Don Flaco”

È il 28 Marzo del 1993 ed io sono ancora un timido pensiero nella testa dei miei genitori.

È il 28 Marzo del 1993 ed un personaggio fuori dal comune, uno spassoso e brillante vecchietto jugoslavo – anche la Serbia era ancora un timido pensiero – sedeva sulla panchina della Roma. Continua a leggere