SEAN DYCHE, UNA “VOCE” FUORI DAL CORO CON IL SUO BURNLEY

burnley 2

Qualche giorno fa Sean Dyche, manager del Burnley, ci ha scherzato su. Un suo ex compagno di squadra ai tempi del Bristol City, Soren Andersen, aveva dichiarato alla stampa che la ragione per cui la voce di Dyche era così rauca, era dovuta al fatto che in allenamento si mangiasse i vermi dei campi da gioco. «I vermi? No solo un po’ di ghiaia a colazione» ha risposto Dyche, spiegando poi che si divertiva a prendere in giro Sorensen fingendo di «sgranocchiare» dei lombrichi e sputandoli senza farsi vedere. Il suo inglese non è proprio oxfordiano, ma è quello di uno che sa cosa vogliono dire lavoro e sacrificio, e cerca di trasmetterlo alla sua squadra

Continua a leggere

INFERNO E PARADISO

16837767_1621979101152149_1554999659_n.jpg

Giacché mi è stato insegnato che le parole di Dante si sposano ad ogni cosa.

“Per me si va ne la città dolente,

per me si va ne l’etterno dolore,

per me si va tra la perduta gente.”

Continua a leggere