FRANKENSTEIN O IL MODERNO PROMETEO

Siviglia - Juventus
Immagine realizzata da Alfredo De Grandis per “La Gazzetta di Don Flaco”

L’occasione era di quelle troppo ghiotte per lasciarsela andare.

Nell’era dei trend sembra bisogni imparare da Kelly Slater per montare sulle onde giuste evitando di affogare nell’oceano social in continua e frenetica evoluzione.

Ma alle volte è proprio l’ossessione che ti cerca, come una buona onda che ti si presenta davanti supplicando di essere surfata. Prendiamo le scorse giornate, dove salvo una breve parentesi conquistata dal più mistico e contemplativo tramonto mai sceso su noi esuli terrestri,  il trend è stato senza dubbio catturato dal clima Halloween. Dio solo sa quanti video parodia di It avrò visto questi giorni. C’è chi narra che superino persino le panchine di Gabigol. Agghiacciante.

E uno come me poteva forse evitare di cedere alla tentazione di rompervi le scatole con un pezzo, l’ennesimo, in tema Halloween? Un giorno pagherò per tutto questo, statene certi, ma fino ad allora dovrete sorbirvi le mie simpatiche trovate da pazzerellone.

E allora oggi vi terrorizzerò con il padre, l’antecedente, il pilastro di tutte le storie dell’orrore.

Roberto Mancini è: Victor Frankenstein. Continua a leggere