WHAT IF CATALUNYA

cataluny
“Catalonia is not Spain” – Photo by http://www.centrocampista.com

La tensione è altissima e si riversa nelle strade, congestionandole. Migliaia di persone le invadono rivendicando il proprio desiderio di libertà, di indipendenza. Le loro voci non domandano più. Esigono e basta. I seggi elettorali (aperti dalle 9 alle 20) tra Barcellona e le altre città della Catalogna sono più di 2000, le persone con diritto di voto all’incirca 5,3 milioni. Il caos fa’ ovviamente da unico padrone al contesto: la votazione è stata ritenuta illegale dallo stato spagnolo, e l’app On votar 1-Oct, studiata appositamente per facilitare gli aventi diritto a trovare più facilmente i seggi, è stata rimossa dal Play Store di Google. In tutto questo, sullo sfondo, restano la polizia catalana e i Mossos d’Esquadra, che hanno ricevuto l’ordine di bloccare ogni operazione di voto.

Continua a leggere

AS MONACO, PER LA LEGGENDA

18034957_1719218458094104_1301156155_n
Radamel Falcao – AS Monaco (Photo by Alessio Giannone, copyright de “La Gazzetta di Don Flaco”

Eccoci qui, a chiacchierare sulla dura legge dell’outsider. Il Monaco di Leonardo Jardim, self-made coach portoghese ma nato in Venezuela, è la vera sorpresa di questa edizione della UEFA Champions League. L’ultima volta che i monegaschi arrivarono così lontano nella massima competizione europea c’era Didier Deschamps in panchina, corroborato da giocatori del calibro di Morientes, Marco Simone, Dado Pršo, Ludovic Giuly e Jerome Rothen. Nessun fuoriclasse, ma tanti elementi validi: spettacolo assicurato. Ancora oggi mi chiedo come abbia fatto il buon Pršo a segnare 4 gol in una partita di UCL… Poi ho visto Obi segnare in un derby e il mio interesse è scemato.

Continua a leggere