DOVE PUÒ ARRIVARE OMEONGA?

28000578_163449614304666_1667143916_n
Stephane Omeonga – Genoa – Grafica di Alessio Giannone (Instagram: https://www.instagram.com/alessio_giannone22/)

Ballardini deve ancora parlare quando, dall’altra parte rispetto ai microfoni, escono i calciatori. Tutti quanti sfilano come i vincitori di una guerra di Troia davanti ai giornalisti, con quel nonsoché di superiorità. Mai che qualcuno si fermi con un goccio di sana umiltà a fare due parole, mai che tu non debba estrarre le parole dalle loro corde vocali a mo’ della maieutica più coatta. E poi c’è lui, un ragazzetto del ’96 che con le sue tipiche treccine che lo contraddistinguono passa davanti a te e si esibisce in una pubblica dimostrazione di umiltà. Due parole, un saluto, un semplice colloquio che ben rappresenta un patto non scritto del rapporto tra giornalisti e calciatori: io ti elogio, ma pretendo un minimo di rispetto. Stephane ha l’aria di chi i piedi per terra li tiene incastonati nell’asfalto, la grinta del grande mediano, il carattere di chi è destinato a diventare un grande.

Continua a leggere

QUESTIONE DI OPPORTUNITÀ

28033912_163051554344472_1475792005_o(1)
Yann Karamoh esulta dopo il gol al Bologna – Photo edited with Prisma

L’incessante e melenso scorrere d’inchiostro utilizzato al fine del mero pompaggio mediatico altro non fa – ovunque sia possibile – che rendere estremamente labile il confine che separa il concetto di talento da quello di personalità. Non si parla tanto di parallelismi giolittiani filo apocalittici nel definire il rapporto tra Stato e Chiesa, ma più dell’esistenza di una struttura e di una sovrastruttura (sul modello marxista) in qualsiasi contesto della routine quotidiana e lavorativa. Mondo del calcio compreso. Se la sovrastruttura è il contesto in dinamica evoluzione attraverso il quale la struttura si esprime – in maniera direttamente proporzionale – la personalità è lo strumento attraverso il quale riusciamo a esprimere un talento specifico, ipotetica colonna portante di futuri successi. Nel mondo del calcio sussiste ugualmente una Variabile X in grado di abbattere la metafisica intrinseca del rapporto interrelazionale tra i due fattori e che si concreta irrimediabilmente nell’opportunità.

Continua a leggere