IL CAN-ZER

37818497_10212142312532629_6393988152234606592_n.jpg
Emre Can è passato dal Liverpool alla Juventus a parametro zero, ma con 15 milioni di commissioni per gli agenti come spesa – Grafica realizzata da Giacomo Maurizi per “La Gazzetta di Don Flaco” (https://www.facebook.com/chronosrealms/)

Emre Can è il primo dei tasselli della Juventus “Post-Ronaldo” e il suo arrivo in Serie A è stato leggermente snobbato e sottovalutato, da giornalisti e tifosi, forse distratti dal colpo del secolo. Eppure, svalutare l’acquisto del centrocampista tedesco, è l’errore più grande che si possa fare.

Continua a leggere

SFQR: SONO FORTI QUESTI ROMANI

30623784_1700836726630337_1222480973866729472_n
La gioia di Manolas dopo il 3-0

Prima della partita io ho giocato la mia partita tante volte, nella mia testa. Pensavo che era importante arrivare al primo tempo con un gol, senza prenderne nessuno. E così è stato, è successo, era la strada giusta. Poi ho pensato che se facciamo un secondo gol con tempo, il terzo gol arriva da solo. La dinamica ieri era questa, i tifosi erano con noi, la squadra stava facendo sempre più forte, il Barcellona era in difficoltà. Era fare il secondo gol quello più difficile, il terzo veniva da solo. Quando Daniele ha fatto il gol, ho pensato che potesse succedere

Ramón Rodríguez Verdejo, detto Monchi

Continua a leggere

LA FRANGIA VERDEORO DI RAZGARD NEL DESTINO DEL MILAN

Ludogorets Milan
Sedicesimi di finale di Europa League: Ludogorets – Milan. In copertina Wanderson e Bonaventura. – Grafica di Alessio Giannone

Parlandovi di questo sedicesimo di finale non potevo non iniziare dal futebol brasileiro ben presente tra le file degli uomini di Dimitrov. Tutti voi stavate pensando al Milan degli anni 2000 vero? Invece Razgrad è diventata una vera e propria colonia brasiliana con ben 9 elementi in rosa. Continua a leggere

CHELSEA-BARCELLONA: LA RIVOLUZIONE DI VALVERDE, LE CERTEZZE DI CONTE

2017-12-13-PHOTO-00014491

Al sorteggio di Nyon, la faccia di David Barnard, segretario ufficiale del Chelsea, era speranzosa. Nelle ultime due urne erano rimaste Besiktas e Barcellona. Desiderava prendere i turchi, non c’è dubbio, e invece Xabi Alonso ha estratto la pallina con scritto Barcellona. Il volto subito si è incupito, e la testa bassa mostrava rassegnazione. Eppure forse non sapeva che l’abbinamento con i catalani poteva essere il migliore possibile per il suo Chelsea.

Continua a leggere

REAL MADRID-PSG: SCONTRO TRA GIGANTI

25324101_147884379194523_266993678_n
Cristiano Ronaldo e Neymar Jr. sono i leader di Real Madrid e PSG: ci si chiede chi sarà il più determinante, nonostante la qualità dei restanti “comprimari” sia monstre e nettamente sopra la media – Photo by Alessio Giannone

Due squadre stellari guidate da due tridenti da sogno si sfideranno in quello che è, insieme a ChelseaBarcellona, l’ottavo di finale più interessante di questa edizione della Champions League. Nonostante il peso offensivo delle due forze in gioco, la sfida in questione va veramente ridotta ad una sfida tra due grandi potenze offensive?

Continua a leggere

JUVENTUS-TOTTENHAM: LA TRADIZIONE INCONTRA LA RIVOLUZIONE

25287067_147649775884650_1312065241_n
Daniele Pagani presenta il primo degli 8 match di UEFA Champions League: Juventus-Tottenham – Grafica a cura di Alessio Giannone

Si erano già incontrate nel corso della preason Juventus e Tottenham, in una di quelle amichevoli dove le gambe sono ancora pesanti e le voci di mercato regnano incontrastate le prime pagine di ogni quotidiano sportivo tra sogni di mezza estate, affascinanti suggestioni e – umquam – qualche trattativa reale. Quella volta, con in palio nulla se non un pizzico di prestigio, gli Spurs di Mauricio Pochettino vinsero 2-0 grazie ad una rete per tempo di Harry Kane e Christian Eriksen, sfruttando le difficoltà dei bianconeri in fase di copertura e d’impostazione del gioco dalle retrovie con Sami Khedira e Miralem Pjanic letteralmente ingabbiati dal pressing alto e dalla tenacia tattica messa in campo dai londinesi.

Continua a leggere

QUANDO VENNE DISPUTATO IL PRIMO MONDIALE PER CLUB FIFA?

timao.jpg
Corinthians – Photo by http://www.fifa.com

Fin dal dopoguerra degli anni 50′ si è sempre pensato a come riuscire a creare una competizione che potesse confrontare i migliori club al mondo. Cosa complicatissima per quel periodo, immaginate di dover organizzare per la prima volta un torneo con squadre di continenti diversi con i mezzi di trasporto e i mezzi di comunicazione dell’epoca, una cosa quasi impossibile. Eppure già da allora iniziarono le prime competizioni intercontinentali. Ma quando fu giocata la prima Coppa del Mondo per Club della FIFA?

Adesso analizzerò i 3 tornei candidati ad essere considerati come tali. Per semplicità e imparzilità li racconterò in ordine cronologico. Continua a leggere